martedì 23 ottobre 2007

Berlin (Frankfurter Allee), 23. Oktober 2007

Berlin (Frankfurter Allee), 23. Oktober 2007

Tanti auguri a te, tanti auguri a te!
Primo sms um 7 Uhr: tanti auguri da mamma e papà; secondo sms: la mattiniera Gabriella; poi Silvia che dice che con Berlino e il corso di tedesco mi son fatta un bel regalo; poi la mia Topi mi ha telefonato mentre ero in pausa; ultime in ordine sparso: Laura, Simo M., Simo da Bologna e Rocca; all'una zio che mi ha fatto spendere 2 euro perché la prima volta ho perso la chiamata (ho parlato anche con Rose, che per gentilezza, già alla mia seconda frase, ha detto che parlo bene tedesco).
All'una ho anche mangiato il mio panino buonissimo con pomodoro, insalata e una pseudo-mozzarella, da leccarsi i baffi; l'ho mangiato giù nella metro mentre aspettavo il treno. Anche stamattina sono arrivata presto, quasi un'ora prima, ma sono entrata a scuola lo stesso (no, erano già le nove quando sono entrata) e anche la giapponese Yoshiko arriva presto e fa a scuola i compiti per casa; io oggi ho segnato sul quaderno che uso al corso tutte le parole nuove che ho imparato dai cartelli per la città e che avevo scritto nel quaderno da turista, ma domani mi porto il mio libro e faccio esercizi da lì prima della lezione: voglio iniziare a fare gli aggettivi. Ho pensato di vedere il film che abbiamo visto al cinema a Cagliari, “Espiazione”, così faccio un po' di ascolto, tanto nel film non parlano molto, e la storia già la conosco, non devo sforzarmi di capire il senso, solo le parole.
A lezione anche oggi preposizioni e giochini, che ridere! A scuola c'è un cartello in cui ho letto la magica parola “Praktikantin” ossia “tirocinante”, così ho chiesto info a Christine che naturalmente è partita in picchiata con la risposta e io che strabuzzavo gli occhi “verstehst du mich?” NO!! Le ho spiegato che io devo fare il tirocinio per insegnante di italiano, e mi ha passato ad un'altra ragazza, e di tutto quello che questa ha detto ho capito solo che devo portare il curriculum (Lebenslauf), allora le ho chiesto se poteva farmene vedere uno perché in tedesco non l'ho mai fatto, e me l'ha fatto vedere ma naturalmente scriverlo è tutt'altra cosa.
(Le mie frasi in tedesco naturalmente sono balbettate e sgrammaticate, tipo: “io non ho fatto curriculum.. un modulo o una esempio..“ e lei ha capito, che miseria).
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...