domenica 4 novembre 2007

Berlin, 4. November 2007

Berlin, 4. November 2007

Domenica, non si esce di casa; mega colazione, sempre più lunga, oggi due panini e una fetta di pane nero, niente frutti di bosco, erano rimasti due cucchiai di fragola e tre di albicocca; poi compiti compiti compiti; dopo pranzo (insalata) ho dormito, anzi mi sono coricata ma non ho dormito, io mi riposo così; poi ho fatto altri compiti, ma a un certo punto mi son scocciata e ho smesso, non so nemmeno se quella che ho fatto è una cena, ma comunque era presto e siccome mi son coricata alle undici avevo una fame matta! Ero stanca di fare tutto in tedesco tedesco tedesco, e così ho guardato in cucina il cd1 di “Memorie di una Geisha” perché ce l'ho sul pc: la scelta era fra questo e “L'era glaciale 1 e 2” e “Alla ricerca della felicità”; che scazzo comincio ad annoiarmi. Dalla finestra della cucina vedo le finestre di fronte, una in particolare forse è un bagno perché ha i vetri opachi, ma non abbastanza, perciò vedo se c'è qualcuno e cosa fa: una l'altro giorno si lavava i capelli nel lavandino, ma ti pare? Ma che bagno è? Poi si vede la finestra della camera doppia (con letto matrimoniale in ferro battuto) che c'è nel mio appartamento e che fa ad angolo con la finestra della cucina; non c'è nessuno ora (prima c'era un uomo, lo so perché gli ho aperto io, lui pensava di aver sbagliato combinazione ma aveva solo sbagliato le mosse successive, ossia girare la manopola e contemporaneamente spingere la porta), ma naturalmente riesco ad avere le visioni e a vedere movimenti là dentro, penso sia solo il riflesso sul vetro, visto attraverso un altro vetro (della cucina).


Riassunto via mail.
Ciao Stella, qui tutto bene, anche se è iniziata la pioggia, sottile sottile che la senti solo quando ormai sei bagnata.
La scuola va bene, finalmente capisco quando mi parlano, ho provato tre insegnanti (fanno a rotazione) e hanno tre metodi diversi, ma mi piacciono tutte e tre; ho conosciuto al vecchio ostello una ragazza italiana che mi ha fatto conoscere un ragazzo di Berlino, facciamo il tandem (in tre) ma parliamo prevalentemente in italiano, perché noi non siamo ad un livello così alto! Comunque lo tempestiamo di domande sulla pronuncia e sui modi di dire, e anche su tutto quello che vogliamo sapere della lingua.
Ogni giorno mi esercito e praticamente faccio solo tedesco, a volte mi viene voglia di leggere qualcosa in italiano perché sono stanca di fare esercizi, ma alla fine è solo voglia di leggere, perché mi prendo un giornale e leggo in tedesco; naturalmente non capisco tutto, ma le parole nuove che sottolineo stanno diminuendo; naturalmente leggo testi brevi e giornali semplici, ma è già qualcosa.
L'ostello in cui abito dal primo novembre è molto carino: un palazzo diviso in appartamenti, con diverse camerate; io sono in una camerata mista, e naturalmente anche qui ho conosciuto un ragazzo italiano; lui ha trovato casa ma non so quanto rimarrà in ostello, forse gliela danno il dieci, ma mi sembra che non abbiamo parlato di date; c'è anche la cucina e posso finalmente risparmiare sul cibo, ma ti dico subito che su questo Berlino è molto economica, e con tre euro mangi abbastanza; inoltre è tutto buono e dopo tre giorni ho abbandonato la spirulina perché VOGLIO MANGIARE: ho assaggiato molte cose e devo ancora trovarne una che non mi piaccia, forse mi sto arrotondando, ma mangio normalmente carne e insalata, e naturalmente un’abbondante colazione; se penso che in Italia con tre euro a pasto mi riducevo all'osso!
La città mi piace, e per fortuna l'ho vista abbastanza nelle prime settimane, perché oggi non uscirei neanche se obbligata; comunque forse un salto fuori lo devo fare, perché per pranzo ho un’insalata, ma per cena niente, chissà se il supermercato è aperto anche oggi, di solito sì... ma non mancano i chioschi di Wurst, quindi non mi preoccupo; ancora niente pasta e niente pizza, ne ho mangiato abbastanza nella mia vita.
Ci sentiamo presto, ciao ciao
Elle.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...