martedì 20 novembre 2007

Non è fantastico?

A Stella.
Ciao cara, eccomi qua, in ritardo lo so!
Ho appena pranzato: insalata, ma ci voleva! Ora che posso cucinare, va meglio, anche se non faccio grandi cose, lo so, solo insalata e poi col microonde qualcosa di pronto, ad esempio il merluzzo impanato o con condimenti vari, dato che con la carne che ho mangiato in queste ultime settimane.. posso dire di aver recuperato su un'estate di cappuccini gelati frutta!

Spiegami Alice: mantieni anche questa casa o puoi trasferire lo stesso contratto ad altro indirizzo? Io ho internet gratis, in quest'ostello, ci sono i computer dell'ostello a disposizione di chiunque, e poi due connessioni dell'ostello alla loro rete senza fili, quindi ora sono in salotto col mio pc e ti scrivo, mentre in camera non prende tanto bene e appena accendo il pc attiva subito la connessione, ma di solito mi scarica la posta e poi si sconnette perché il segnale è molto debole; ma dato che posso stare in salotto.. in questo momento al tavolino tondo siamo in tre, col nostro pc, e ci facciamo i cavoli nostri; siamo sempre i soliti, d'altronde internet è un servizio, ma anche una passione; in realtà, non so loro, ma io sul mio pc scrivo il mio diario, e solo per dieci-quindici minuti uso internet.
Sono contenta che vai ad A., un gran passo, non so dove ti porterà.. e non lo dico perché voglio ricordare a tutti che non prevedo il futuro o che so che la vita è un mistero, ma perché non so bene cosa comporti per te e per la tua carriera o per la tua visione/desiderio del futuro questa svolta; penso però che una svolta sia spesso qualcosa di positivo, indipendentemente da dove porti, poi certo ci sono anche svolte talmente negative che.. ma non è il nostro caso! Quindi resterai ancora circa un mese a Cagliari (nel senso della provincia, non della città) e poi spiccherai il volo; a volte ti invidio, perché hai un lavoro sicuro dentro il quale puoi migliorare la tua posizione (è così, no?) e tu te lo sei sicuramente meritato, ma poi penso... io non ce la farei mai, sarei crollata già da tempo; lo stesso percorso seguo quando ripenso a quando io avevo un lavoro sicuro.. avrei potuto migliorare e far carriera, diciamo così, mi mancavano solo due anni per finire l'apprendistato, ce l'avrei fatta, quando fai bene il tuo lavoro e ti impegni, succede così; eppure non ci sono riuscita, ho mollato tutto! C'è da dire che il mio lavoro non mi piaceva e ora che sto bene ho solo un vago ricordo (e per averlo devo sforzare la memoria, che invece non ne vuol sapere di ritornare a quei tempi) di quanto stavo male lì, soprattutto negli ultimi tempi, ho resistito sin troppo.. sopportando una situazione che non mi soddisfaceva; forse ora rimpiango lo stipendio sicuro ogni mese, e nel mio caso anche tanti straordinari al limite dell'umano, ma non c'era niente di buono oltre a questo, e anche lo stipendio non era certo una cifra desiderabile, ma almeno c'era. Per il resto non rimpiango nulla, perché almeno ora faccio qualcosa che mi piace e non voglio che qualcuno me lo tocchi.
Di 5 gradi nessuno mi ha parlato a casa, non sono così precisi, ma qui è arrivato anche a -2, quell'unico giorno in cui sono rimasta a casa; veramente da quando sono in questo nuovo ostello (per info e prenotazioni www.pegasushostel.de, in alto a destra c'è la bandierina italiana per selezionare la lingua, lo consiglio a tutti, è il migliore dei tre in cui sono stata in queste settimane) sto a casa tutti i giorni, perché il corso di tre settimane è finito e il prossimo a cui mi sono iscritta inizia a gennaio; lo farò all'università popolare, dove per lo stesso prezzo faccio un corso di tre mesi, e posso finalmente passare un livello; in realtà ne passerò due, perché il test che ho fatto all'università popolare dice che un livello l’ho già superato, in tre settimane anziché in otto come prevede la prassi! Non è fantastico? Pensavo perciò di andare da mio zio tutto dicembre visto che di lavoro non se ne parla, almeno finché continuo a strabuzzare gli occhi quando mi parlano (mettere un verbo sui puntini non è come capire un tedesco quando ti parla come mangia!), quindi fino a gennaio non ho proprio impegni, qui, posso risparmiare e studiare da mio zio, anche perché lui ha tutti i miei libri e quindi posso preparare anche qualche esame italiano, anche se forse a febbraio non potrò essere a Siena e lo rimanderò a giugno, almeno mi preparo! Tornando al tempo, domenica 11 ha nevicato un bel po’, ma niente di duraturo, e poi.. non ricordo quale pomeriggio furtivamente per mezz'ora ha nevicato, ma non se n'è accorto nessuno, e anche io l'ho notato per caso.
Ti ho già detto che Teresa mi ha scritto per il mio compleanno? Dopo un mese questo non me lo ricordo proprio, ma forse te l'ho detto (ci scrivevamo più spesso quando non avevamo internet a casa che ora!). Comunque mi ha fatto uno squillo (-1 euro) e poi ha contattato mia sorella (o te?) per sapere dov'ero perché mi aveva mandato una cartolina virtuale per il compleanno, e invece non riusciva a inviare sms.. non so se è possibile, li ho ricevuti da tutti, gli sms.. Vabbe’ poi me ne ha mandati tre dei suoi, di quelli lunghi due pagine l'uno e a raffica (e io ero già a letto e continuava a squillare il telefono!) qualche giorno dopo il mio compleanno, e poi niente più: le ho detto che non ho ricevuto cartoline né sms, e che qui andava tutto bene: avevo appena iniziato il corso ecc. Poi basta: questo per pareggiare il nostro scambio di info-strascico dell'estate.
Cavoli il Brasile.. chissà poi perché questa scelta..
Qui non posso dire che ti penso ad ogni cappuccino, perché non capisco più nemmeno cosa bevo: sono passata al caffè solubile, ma l'unico posto in cui mi piaceva il cappuccino era vicino all'altro ostello e ora sono proprio dall'altra parte della città! Dopo varie colazioni abbondanti da mal di pancia, ora faccio colazione a casa, dato che ho la cucina; ho conosciuto una ragazza italiana e la domenica ci vediamo per il brunch, anche se nei primi tempi per noi era brunch sempre, vista la mole di roba che ti portano anche quando ordini una semplice colazione; anche nell'altro ostello (il secondo) potevo fare colazione a buffet per tre euro (qui per 4,90 e non ci penso nemmeno) e l'ho fatta spesso, ma purtroppo mangiavo troppo pane e sono stata un po’ male.. ora ho smesso anche perché sto sempre in casa e mi regolo di mio, uscire qui è una tentazione perché le panetterie e i chioschi sono uno appresso all'altro, hai solo l'imbarazzo della scelta; ho smesso di pensare a te ad ogni leccornia perché avrebbe significato pensarti 23 ore su 24, e avrei sfiorato l'innamoramento anch'io a questi ritmi! Però non vedo l'ora che vieni a trovarmi, dopo il Brasile, certo, anche solo per mangiare, dato che non faccio vita notturna dalla nostra ultima serata (ti ricordi quel buffet-cena? Niente, a confronto dei buffet-colazione di Berlino!!); comunque non ne sento la necessità, dato che sono abbastanza presa dalla lingua che devo imparare, oramai non mi sento più nemmeno stupida quando balbetto o quando non capisco, c'ho fatto l'abitudine, e tento sempre di parlare quando ho bisogno, cosa che in vita mia non ho mai fatto nemmeno in italiano!
Ok, mi sembra di aver scritto abbastanza, non sparire e fammi sapere le novità o anche se non ce ne sono, io sono sicura che qualcos'altro da dire io ce l’ho, ma prima leggi questo, poi aggiungo appena mi viene in mente, non voglio sfinirti.
A presto, tua Elle.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...