lunedì 31 dicembre 2007

E anche il 2007 è finito.

Programmi per oggi: cena al ristorante italiano, e l'unica cosa positiva è che forse ci sono le lumache, anche se mi sporcherò le mani, uffi. Ho appena messo lo smalto trasparente, perché le unghie sono abbastanza lunghe; pensavo di aggiungere manicure e pedicure, alla lista di cose da far fare all'estetista, anche se parlare di ristrutturazione dell'immobile sarebbe più corretto, per fortuna le fondamenta reggono ancora.

Stamattina ho fatto un po' di tedesco, nuove parole e ripasso delle vecchie; ogni giorno scrivo una ventina di parole in italiano, fra quelle dei miei quaderni, e il giorno dopo scrivo affianco la parola tedesca, con rispettivo articolo e forma plurale, e quando la sbaglio, la rimetto in lista per il giorno dopo; sono abbastanza brava, comunque. Di pomeriggio stavo male, e zitta zitta mi son messa a letto, ma non è servito tanto, poi sono scesa per andare in bagno e Rose mi ha proposto caffè e muffins, e ho accettato: li ha fatti quando è venuta Petra, hanno le mele e la cannella, poi la ricetta parla anche di noci, ma lei non le ha messe; mi piacciono, perciò ho messo la ricetta nel mio fedele pc; pensavo anzi di mettere anche le mie altre preferite, quando scendo, sia dolci che primi e secondi, così ogni tanto posso fare qualcosa, magari anche all'ostello, tanto per non deprimermi; infatti anche solo copiare questa ricetta mi ha messo di buonumore (vabbe', anche il fatto che è in tedesco e l'ho capita!), perché mi sento “a casa”; di questi tempi penso spesso a Bologna e a Siena, quando avevo una casa con tutte le mie cose dentro, soprattutto a Siena del primo periodo, quando davvero a parte i libri che erano già a D., avevo tutte le mie cose a disposizione e nella casa non mi trovavo tanto male; è inutile, una casa rimane sempre il mio sogno, anche se dico che me lo son tolta dalla testa, vedo che non è così; le mie coperte, (le lenzuola non le ho più), il mio frullatore, i miei libri di ricette (senza contare tutti gli altri che spesso vorrei consultare, e invece non sono qui), le mie foto da sistemare, e naturalmente la mia macchina da cucire; la prossima macchina da viaggio invece sarà un camper, e hai già capito che è solo una battuta.. E ogni volta che una casa mi sembra sporca o in disordine, penso a come sarebbe sempre ordinata la mia.. e ho paura di scoprire di avere la vocazione della casalinga, una cosa che ho sempre odiato, e sperato di evitare, pensavo che sarei stata la donna-lavoratrice (non in carriera, perché non sono un tipo ambizioso, forse più un'operaia), ma certo se penso alle casalinghe disperate che però hanno un marito ricco che mantiene loro e i loro passatempi (studiare all'università, fotografare le pietre, cucire borse, o comprare oggetti per la casa), non sarebbe male, no? Certo se fosse anche intelligente, il suddetto marito, si potrebbe anche andare a teatro, qualche volta; e comunque anche gestire al meglio una casa è un lavoraccio, anche senza figli, lo dico in qualità di pignola, non come esponente delle donne tutte casa e famiglia, perché io ho anche i miei passatempi da coltivare, mica posso solo pensare a cosa fare a pranzo; però provare nuove ricette e organizzare cene mi piace, a te no?
Ok, ricordiamoci che per le otto meno un quarto devo essere pronta! Che dici, resteremo lì fino a mezzanotte per il brindisi con i cappellini di carta? Che palle.. Intanto oggi non ho studiato nulla.. ah, ti stavo dicendo che abbiamo preso il caffè io e Rose, zio è rientrato dopo un po', era in giro con Max; due chiacchiere, sempre i soliti argomenti, oggi ho detto che stavo studiando storia della lingua italiana, e che l'italiano è parlato in Italia solo dall'Unità, e che gli italiani l'hanno imparato a scuola come una lingua straniera; insomma, visto che ogni volta che mi chiedono cosa ho fatto oggi, poi vogliono i dettagli, tanto vale che dica che sto studiando storia della lingua italiana anche quando non è vero, tanto quei dettagli li so sempre! Per farla breve dopo la merenda sono stata bene, forse merito del caffellatte caldo, che però non serve per il mal di gola, ci vorrebbe acqua ghiacciata, o un bel gelato, ma ho messo invece solo lo spray al propoli.
Voglio guarire.
Penso sia psicosomatico, questo raffreddore.
Otto meno un quarto, facciamo sette e mezzo.. fra un po' inizio a prepararmi, che dici mi lavo? Chi non si lava a capodanno resta sporco tutto l'anno, ok, mi lavo.
Oggi mi hanno anche proposto una valigia piccola, tanto se devo portare via i libri, poi al ritorno non li ho più, quindi va bene quella piccola; basta che non mi nascondano la grande, ti ho detto che zio me l'ha aggiustata di nascosto? L'aveva rotta nel portarla su in camera, appena arrivata, e me l'ha aggiustata senza dirmi nulla, quindi forse vuol dire che non me la ruba!
Che ridere, ho scritto la ricetta sui modelli di Microsoft Work, e ce n'è sono per qualsiasi evenienza, ad esempio ho appena letto un promemoria per il trasloco, con tanto di casellina per la spunta delle cose già fatte: le sapevo già tutte! Come sono brava, ne? Che tristezza.
Un altra cosa che mi fa avere nostalgia della mia casa (notare che quando ne avevo una me ne lamentavo sempre, o quasi.. in effetti non tutte erano male, peccato per lo sfratto), dicevo che una cosa che mi fa capire che la casa la vorrei eccome, è vedere la fila di bigliettini di auguri che sono arrivati qui, e Rose li ha messi in piedi sulla mensola, perché sono tutti diversi e carini (non semplici come quelli che spedisco io); quest'anno ho scritto solo a S., R. e L., una letterina lunga, non solo il biglietto d'auguri, ma non possono rispondermi; veramente a R. ho scritto che sarò a D. fino al 14, e che poteva scrivermi lì, e a S. ho detto che poteva scrivermi qui.. veramente non so, comunque lei nel messaggio di natale ha scritto che mi ha già spedito la lettera ma che non crede che arriverà entro il sei, quindi forse mi ha scritto qui, non mi ricordo più, ma comunque non è ancora arrivato nulla, e non importa perché forse arriverà entro la mia data di partenza per Berlino.
Oggi ho lavato i capelli e li ho pettinati lisci, di piega non posso parlare però, sarebbe un'offesa all'ordine dei parrucchieri.


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...