mercoledì 17 agosto 2011

Dai calcoli renali ai conti in tasca.

Oggi ho imparato che:
- lo Scaricatore aveva un gatto, era bbellissimoo, era bianco a chiazze tutto tigrato, ma è morto perché aveva i calcoli renati e non riusciva a pisciarli
- lo Scaricatore aveva un altro gatto, era bbellissimoo, era un soriano di quelli col muso schiacciato e il pelo lungo, bianco, ma gliel'hanno rapito perché lei ha due case e l'aveva lasciato in quella di campagna dove c'erano i muratori, l'hanno rapito loro
- lo Scaricatore aveva un cane, al passato sì, perché è morto, aveva un tumore all'intestino, è durato due anni così, nella sofferenza, e alla fine l'ha dovuto sopprimere per non farlo più soffrire
- lo Scaricatore aveva anche un altro cane, morto un anno prima del precedente, si chiamava Diana, e quand'è diventata mamma-cane nascondeva i suoi cuccioli, ma mamma-scaricatore diceva (al cane) "pannichella! dove sono i tuoi pannichelli?" e io non ho avuto cuore di chiedere né delle sorti del cane-Diana, né del perché mamma-scaricatore lo chiamasse Pannichella: temevo infatti che lo Scaricatore mi avrebbe risposto
- lo Scaricatore aveva mal di pancia, fitte incredibili, e quando ha questi stimoli deve correre in bagno altrimenti è un casino (io pensavo: soprattutto per me se inizi a sganciare da qui, ma tacevo, interessatissima al proseguo), "e ti rendi conto che qui non abbiamo nemmeno un bagno per i dipendenti, noi povere cameriere", ed io dicevo, "sì sì povere noi, se non possiamo trattenere", e lei: "no non hai capito che quando mi viene non c'è nulla da trattenere io devo andare in bagno!!"
- lo Scaricatore ha una voce che squillante è dire poco, ti trapana che è un toccasana contro il mal di ginocchio, infatti oggi non ci ho pensato una sola volta perché la mia testa era piena della sua voce; ha un sorrisone enorme, quasi come quello della rana dalla boccalarga e quando parla (urla) ti avvolge con quel sorriso e come fai a dirle che non te ne frega un cazzo dei suoi animali domestici? E per tutto il giorno riesce a trovare argomenti anche inutili di cui parlarmi è incredibile come il suo cervello riesca a sfornarne senza apparente riflessione preliminare.
Però è stata l'unica dal 5 agosto ad oggi che quando ha trovato monetine sul tavolo, con apposito biglietto che diceva qualcosa tipo "mancia per cameriere sfigate che non hanno nemmeno un bagno per cagare quando gli vengono le fitte alla pancia" mi ha dato le mie cinque tenendo per se solo le altre cinque.
Perciò oggi, 17 agosto, ho ricevuto con un mese di anticipo il primo guadagno di questo lavoro snervante causa caldo (o è per le chiacchiere che arrivo a casa stanca?), per un totale di cinque euro, solo che non ho ancora deciso come spenderli perché tutto ciò che avevo messo nella lista costa almeno venti euro...
Ecco la solita pignola.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...