mercoledì 31 agosto 2011

Giorno 1.

h 13.10: sono all'aeroporto, e comincio a respirare, nonostante l'aria condizionata spenta.

h 13.15: dovrei tenere gli occhiali e guardare in faccia le persone, se l'avessi fatto ora potrei trovare facilmente con lo sguardo la donna che era seduta davanti a me e dirle che ha perso un affare di maglia di ferro color argento a forma di bracciale a banda larga.

h 13.30: in piedi, in fila per l'imbarco leggo il mio nuovo romanzo che alla fine ho deciso di prendere con me perché, anche con lui, la valigia pesava solo 7 chili e 7.


h 23.00:
- Buonanotte a domani- 
- E domani? Sveglia presto?-
- No no. Se facciamo colazione alle 8 e mezza va bene.-
- Mm. Sì, certo.-

Cameretta mansardata.


Cose pratiche:
- sul volo Italia-Germania il personale parla solo inglese o francese;
- uno degli stewart è severissimo: ha proibito le cuffie ad una ragazza mentre l'hostess dava le famose istruzioni sulla sicurezza; a gesti le ha detto "devi ascoltare";
- la donna accanto a me sobbalzava con mosse isteriche e stritolava la mano di sua figlia: ho capito solo così che quella era una turbolenza - a terra però mi ha accolto il sereno;
- dai 19 gradi delle 17.00 ai 16 delle 23.00 direi che il salto di qualità nell'aria da respirare rispetto all'Italia c'è stato - per non farmi fregare come al solito, stavolta ho coperto la canotta con una maglia a maniche lunghe, e più tardi entrambe con una felpa;
- il solito mal di pancia da (ottimo) cambio di alimentazione, e il solito mal di gola da (insolite, per me) chiacchiere ad oltranza.

Sensazioni:
- appena la donna sull'aereo si è tranquillizzata (all'atterraggio, dopo l'applauso...) io ho immaginato di dirle "adesso prende fuoco la coda dell'aereo, non si rilassi!" (eravamo sedute in coda) - e ho riso da sola della mia battuta;
- le brutture di questi ultimi giorni e le discussioni di questa mattina sono scivolate via con uno sfogo discorsivo - anche nella parte in tedesco, dove però non credo di aver espresso bene il concetto di "potrei prendermi cura io della famiglia, non mi peserebbe"; credo infatti di essere stata fraintesa - ma in che modo?
- non mi sento ancora nel pieno spirito vacanziero, spero di entrarci domani con la prima gita;
- sono stata accolta a braccia aperte - e ci mancherebbe, mi ha invitata lui!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...