sabato 1 ottobre 2011

Torta gelato.


Oggi ho letto che il settembre appena conclusosi è stato il più caldo degli ultimi 150 anni: sarà stato per
festeggiare l'unità d'Italia? Alcuni di voi però troveranno fuori luogo la ricetta di una torta gelato proprio oggi, ad esempio quelli che, come me, hanno già tirato fuori le pantofole di pelo. In abito a canotta e pantofole non sono credibile, ma se aggiungo alla mise il grembiule con pettorina, tenetevi tutti, che sballo!
Questa torta gelato ha una storia lunghissima, così lunga che ho già scritto tre post su di lei, prima durante e dopo la preparazione, ma per tre motivi diversi li ho "appallottolati" per proporvi questo: il quarto. Per quanto riguarda le foto, sono molto sfuocate e ancora ora sono indecisa se postarle tutte o no, ma credo che confiderò nella vostra immaginazione di una ciotola piena di uova e zucchero, e "lancerò" le foto nel cestino.
Vi mostrerò in compenso le mie capacità di riassumere in poche frasi il succo dei tre post precedenti.

post 1) Volevo mostrarvi una torta che la prima volta non postai, perché non ero convinta del suo ingrediente principale (il cioccolato bianco), e se non piace a me come posso convincere voi che mi è uscita davvero buona? Suona logico, ma dopo averla vista sparire nelle fauci di più persone che, se avessero dimestichezza col computer, e se la torta avesse un profilo, si iscriverebbero su facebook solo e soltanto per cliccare mi piace e commentare "ti aaamooo"; dopo questo ho deciso di postarvela.
post 2) Volevo farvi la variante con solo metà del cioccolato bianco, perché stavolta la voglio fare "a gusto mio" (cioccolato al latte e cocco), e rimandarvi però anche alla ricetta originale che, incredibile a dirsi, l'altra volta seguii davvero passo passo: ed è di lei che tutti si sono innamorati. Oggi invece alcuni incidenti di percorso di vario tipo mi hanno portato ad un risultato a dir poco disastroso dove le foto sfuocate sono il lato positivo: tra ingredienti mancanti, ingredienti inesatti, strumenti per niente collaborativi, c'è stato da ridere, se non da bestemmiare; imperterrita però ho continuato: non per forza l'occhio deve avere la sua parte, con la crisi che c'è!
post 3) Volevo documentare la buona riuscita della torta, nonostante gli inconvenienti, e documentarla con le foto anche se sfuocate, per sottolineare la mia tenacia e il mio ottimismo, ed è stato a questo punto che ho capito che le foto sembrano più lo sguardo di un ubriaco, che la conferma di un successone. Il sapore giocherà il suo ruolo nel risultato finale, senz'altro.

Ed eccomi qui, a scrivere tutto senza storie di tipi di cioccolato, senza questioni di gusti, senza esibizione di qualità. Semplicemente con la ricetta che stavolta, ormai lo immaginate, ha ben poco a che vedere con l'originale.

Torta gelato.


Ingredienti:
3 uova
100 gr di zucchero
50 gr di zucchero di canna
100 gr di farina
2 cucchiai di cocco grattugiato
50 ml di latte
2 cucchiaini di lievito
250 gr di mascarpone
250 gr di panna montata
75 gr di cioccolato bianco (9 quadratini) tritato
75 gr di cioccolato al latte (9 quadratini) tritato

Procedimento:

In una terrina: mescolare bene bene le uova e lo zucchero.


In un'altra ciotola: mescolare bene bene la farina e il cocco, poi aggiungerli alle uova/zucchero.
Sciogliere bene bene il lievito nel latte, e aggiungeteli all'impasto.


Mescolare bene bene l'impasto, poi prendere una placca da forno, ricopritela con la carta da forno, e versateci sopra l'impasto: uscirà uno strato sottile, per questo lo dovete infilare nel forno già caldo a 200° e lasciato 8, massimo 10 minuti. Controllate e sfornate.




Se succede anche a voi, fate come me: fate finta di nulla!! Mettete sul tavolo un nuovo foglio di carta forno, capovolgeteci sopra il biscotto, staccate la carta forno dal biscotto e lasciatelo raffreddare.


In un pentolino mettete 100 ml della panna montata e riscaldatela bene bene. Esatto, ho spruzzato quella della bomboletta spray, tenendo il pentolino sulla bilancia finché il suo peso è aumentato di 100 gr. Mi hanno comprato quella, che ve posso di'? Lo sapete, no, che il mio non è un blog di cucina. No???

Quando sarà bollente spegnete il fornello e aggiungete i due tipi di cioccolato (o uno solo, ma per un totale di 150 gr) tritato anche grossolanamente. Mescolate bene bene finché il cioccolato non sarà completamente sciolto. Lasciate raffreddare la crema.


Una volta raffreddata la crema, in una ciotola montate bene bene il resto della panna (150 ml) e il mascarpone; aggiungeteli alla crema, mescolandola bene bene.



Una volta raffreddato anche il biscotto tagliatelo in tre rettangoli, più o meno delle dimensioni dello stampo per plumcake, e qui non importa se non lo fate bene bene... ehehehe... eheheh.. guardate:



Prendete lo stampo per plumcake e foderatelo di pellicola trasparente.


Mettete sul fondo un rettangolo di biscotto, poi versateci sopra un po' di crema al cioccolato. e così via fino alla fine: l'ultimo strato è di crema.



Infine, la ciliegina sulla torta, ovvero: una spolverata di cocco!!!


Mettete la torta in freezer per almeno tre ore, prima di servire, perché altrimenti non è una torta gelato!!!


Risultato un po' storto (come il procedimento del resto), ma dal sapore ottimo: cocco e cioccolato in prima fila, mascarpone e panna sono solo un ammorbidente, se così si può dire, ed io più che soddisfatta mi ritengo: un genio!
Chi l'avrebbe mai detto, dopo i pasticci di questo pomeriggio, che sarebbe venuta così?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...