martedì 8 novembre 2011

La ricchezza di personaggi ha i suoi vantaggi.


Principessa ha fatto la cacca.
- Ora mi dovresti pulire.-
- Scordatelo. –

Brigante ha fatto i capricci.
Ancora una volta.
Ora basta.
Entra in cucina dieci volte in due ore, continuando a chiedere "ma che ore sono?", pensa solo all'avvicinarsi dell'ora del pranzo, la anticipa pure, senza peraltro aver mai davvero smesso di mangiare dalla colazione in poi. Entra nella dispensa e lo si sente frugare come una gazza, apre il frigorifero e lo tiene aperto mentre il suo sguardo spazia fra un ripiano e l'altro. Io con la mente seguo i movimenti del suo sguardo, immagino dove indugia (il pezzo di formaggio che ho nascosto fra le sottilette) e dove passa oltre (le uova, la marmellata, i pomodori). Esce in giardino, fa mezzo giro e rientra. Riapre il frigorifero, rientra nella dispensa. Tolte le ante all'armadio bianco il suo frugare lì è più silenzioso, ma io so cosa sta guardando: tutto ciò che non è attrezzatura, contenitore vuoto, scorta di scottex o di buste da freezer. Tutto ciò che è commestibile.
Avevo comprato i biscotti, anche se non li avevo ancora finiti. Stamattina li ho finiti, ma la nuova busta era già aperta, e richiusa male.
Avevo messo nel frigorifero una ciotola con cinque o sei patate cotte in pentola (cinque o sei quarti di patata) che l'altro giorno mi sono avanzate dal pranzo e volevo mangiare per cena. Per cena ho mangiato un panino.
Avevo messo in una ciotola tutti i piselli avanzati dal pranzo e che volevo mangiare per cena, sabato. Per cena ho mangiato insalata di rucola e pomodori.
Avevo il pane nel mio sacchetto. Il pane è sparito.
Brigante deve smetterla. Oggi ho preso la padella del pranzo di Principessa e l'ho messa sul ripiano in dispensa. Ho preso anche la mia frittata di patate e l'ho messa sul ripiano in dispensa. Ho preso la chiave della dispensa e ho chiuso la porta. Ho preso un foglio e un pennarello e ho scritto che quella porta rimarrà chiusa perché le regole vanno rispettate, per sempre. Si tratta di salute sua, non di manie di grandezza mie. Ho preso lo stesso le urla e le proteste di Brigante. E le ho ignorate.
Non è la prima volta che io o Principessa ci riduciamo a pomodoro a mozzarella perché Brigante è una fogna vivente. E a me la mozzarella nemmeno piace, ma quando ho fame la mangio. Così però non va bene.
Morale della favola: per protesta riesce addirittura a stare tutta la sera senza mangiare. Non ha fatto merenda e non ha cenato alle 19, suo orario serale. Ha mangiato alle otto e mezza, non ha nemmeno dormito tutto il pomeriggio, ha guardato un po' di tv e si è fatto un giretto in cortile, al fresco. Ha pure detto a Principessa che lui non si ricorda di aver mangiato tutte quelle cose che gli ho detto io.
Io intanto mi sono organizzata anche con MagaMagò e con il Folletto per la gestione della chiave: la lasceremo in un posto sicuro che non svelo nemmeno a voi, così quando noi cuciniamo possiamo entrare e uscire dalla dispensa, mentre quando non siamo lì a sorvegliarla la dispensa rimane chiusa.
Avere degli alleati nella mia missione mi da sollievo: non sono sola come un cane su questa triste terra.


2 commenti:

  1. ah ah...
    da qualche parte c'è l'elenco dei protagonisti per capire meglio la serie del telefilm? XD

    RispondiElimina
  2. coraggio! con un pò di organizzazione va tutto sempre bene :)

    RispondiElimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...