lunedì 28 novembre 2011

Torta di compleanno.

Ingredienti.
un pan di Spagna
500 ml di panna da montare (zuccherata o no a vostra scelta)
2 cucchiai di nutella
2 banane
100 gr di nocciole intere da tritare o già tritate
1 disco decoro di zucchero
1 tubetto di cioccolato per decorazioni


Procedimento


Ho montato la panna. 


Ho separato circa 200 ml di panna alla quale ho aggiunto la nutella. 



Ho sfornato il pan di Spagna e l'ho lasciato raffreddare. 


Ho tentato INUTILMENTE di tagliare i dischi con il filo. Nella foto solo uno dei tanti tentativi, con diversi tipi di filo. 


Primo disco tagliato con il coltello, a freddo. 


 Prima banana affettata. 


Ho spalmato metà della panna/nutella sul pan di Spagna. 


Ho messo le rondelle di una banana sulla torta. 


Ho coperto con il secondo disco di pan di Spagna, e ho ripetuto i due strati di panna/nutella e banane. 


Ho sgusciato le nocciole, poi ho separato i gusci dalle nocciole. 
Le nocciole le ho tritate. 



Ho spalmato la panna montata rimanente (circa 300 ml) sulla torta, e devo confessarvi che stavolta con la panna e la nutella la mia nuova spatola per dolci l'ho usata poco: mi veniva meglio con le dita, sopratutto ai lati. 


Ho posato il disco decoro sulla panna. 


Il dubbio amletico è sorto dopo: come minchia si mettono le nocciole tritate ai lati di una torta? E perché di questo dettaglio nessuno, nemmeno MagaMagò, mi ha parlato? Per dispetto? Per dimenticanza? Per sopravvalutazione delle mie capacità? Il metodo usato è il seguente: una manciata di granella fra le punte delle dita, ho posizionato la mano all'altezza del bordo della torta, e con uno scatto secco del polso e la contemporanea apertura delle dita, ho lanciato la granella, sperando che si attaccasse alla panna. Sicome la granella finiva spesso negli stessi punti già coperti, e si sa che granella scaccia granella, molta cadeva sul piatto; io certosina la raccoglievo e lanciavo negli spazi bianchi fra una granella e l'altra, finché non ho attaccato tutta la granella e coperto tutta la panna nuda. 

Et voilà. 


Dal cacao in tubetto ho spremuto un "30", un "auguri" con "g" fuori asse, un fiore e due ghirigori. 


Ho tagliato un vassoio di carta in quattro strisce, le ho unite a due a due con il nastro largo trasparente che puzzava di reparto spedizioni, ho attaccato i due lembi di ognuno al piatto da torta del servizio buono con lo stesso nastro e ho creato così una protezione contro infortuni sul trasporto. 


Infine ho steso un foglio di alluminio sul tavolo, ci ho messo sopra il piatto con la torta e ho avvolto. Un'altro foglio perpendicolare all'altro ha chiuso gli altri due lati. 


(quella cosa rossa riflessa sulla stagnola sono io che fotografo)

2 commenti:

  1. Sì, è piaciuto quasi più il decoro che il sapore.
    Ma anche il sapore ;)

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...