domenica 25 dicembre 2011

Bilancio di questo natale.

Come ogni anno è arrivato il momento di fare il bilancio di questo natale. Il bilancio riguarda solo gli auguri, ovvero chi e quanti si sono ricordati di farmeli. Ogni anno reagisco in maniera diversa ai diversi risultati.
Quest’anno nessuno si è ricordato di farmi gli auguri. Ho ricevuto gli auguri sul blog (e ne ho fatti) e due mail, nient’altro. La mia vita va migliorando, finalmente, e se fra di voi c’è ancora qualcuno che non riesce a cogliere la serietà della frase, la esplicito subito: non è una battuta, sono davvero contenta di non aver ricevuto auguri.
Naturalmente ogni anno è diverso anche perché io e le persone che conosco e che normalmente mi fanno gli auguri potremmo trovarci in luoghi diversi rispetto all’anno precedente, ma anche rispettivamente, significa che se quest’anno mi trovo vicina ad alcune persone fra quelle abituate all’augurio via sms, quest’sms quest’anno non lo riceverò, nemmeno in ritardo.

Come ho detto di auguri ne ho ricevuti, e a quelli sunnominati vanno aggiunti due messaggi standard, uno standard base e uno standard poesiola sdolcinata, uguali e identici a quelli di qualche altro anno, ma ciò che conta è che mi siano arrivati, così nudi e crudi, da due persone che non sento da mesi, le quali però non hanno ritenuto opportuno chiedermi come sto, ma hanno sfruttato l’occasione solo per banali auguri di natale che, considerato il mio interesse per la festività, sarebbero dovuti passare in secondo piano, dopo i convenevoli, ma tant’è.
Le mie amiche invece non mi hanno fatto auguri in tempo reale, perché noi ci siamo già salutate, augurate e aggiornate per lettera, possiamo pertanto esimerci dal contribuire all’intasamento delle linee telefoniche a cavallo della mezzanotte o verso il mezzogiorno del 25.
Forse da qualche telefonata a CasaMia o ai cellulari dei personaggi di CasaMia, è partito un “saluta Elle”, ma non ne sarei tanto sicura.

Quindi ricapitoliamo:
un augurio di persona (fra i tanti, l’unico davvero interessante)
due lettere
due regali azzeccati
due mail
(due messaggi evitabili, perché non mi hanno commossa per nulla)
Accidenti, non ho ancora aperto i miei regali, me n’ero scordata!

È presto per chiudere il bilancio, forse riceverò un altro messaggio oggi e un altro regalo nei prossimi giorni (dalla stessa persona). Io per parte mia ho risposto a tutti sul blog, alle mail, ho scritto le mie lettere per tempo, ho anche ricevuto risposta, mentre i messaggi li ho debitamente ignorati, perché odio essere ricordata solo per natale, data facilissima da non dimenticare, così com’è facile inserire il mio numero fra i destinatari. Quelle stesse persone trascorrono senza batter ciglio la giornata del mio compleanno, perché ricordarsi una data qualsiasi dell’anno, che però mi riguarda da vicino, è troppo.

La mia vita migliora, infatti piano piano anche questi irriducibili smetteranno di farmi auguri anonimi, in serie, solo per le feste comandate (da altri), e rimarranno al mio fianco solo le persone davvero importanti.

4 commenti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...