sabato 14 gennaio 2012

Torta dello Spirito.

Vi avevo avvertiti che avrei fatto una terza volta la Marmorkuchen riveduta e corretta.
L’impasto troppo pesante non mi convinceva, soprattutto perché le torte me le devo mangiare tutte io: c’è chi non ne può mangiare, c’è chi si è comprato i panettoni. Le torte rimangono a me.
Come vi ho accennato si tratta di un esperimento, apparentemente ben riuscito, per il quale ho preso ingredienti quantità ordine di aggiunta da diverse torte che sono state un successo, e ho creato il mix perfetto per una nuova torta bicolore. Se il bicolore si notasse sarebbe meglio, ma a questo punto concentriamoci sul sapore e sulla consistenza, che sono la cosa più importante.


Ingredienti.
100 gr di burro morbido
150 gr di zucchero
3 tuorli
3 albumi montati a neve
100 gr di farina 00
100 gr di fecola di patate
1 tazza di latte a temperatura ambiente
1 bustina di lievito
1 bustina di aroma alla vaniglia (o 1 fialetta)
40 gr di nocciole tritate
1 arancio piccolo spremuto
1 limone piccolo spremuto
2 cucchiaini di cannella
3 cucchiaini di cacao
1 cucchiaino di spezie tritate o in polvere (finocchietto, anice, coriandolo, chiodi di garofano, noce moscata)

Procedimento.
Mescolate bene lo zucchero e i tuorli.



Lasciate ammorbidire il burro. Io l’ho messo qualche secondo nel microonde.


Aggiungetelo all’impasto e mescolate bene.


Aggiungete la farina e la fecola setacciate, mescolate bene.



Aggiungete il latte.


Aggiungete la vanillina.


Aggiungete il lievito setacciato.


Lavate le fruste e montate a neve ben ferma gli albumi delle uova.


A me così ferma non m’era mai venuta, supero me stessa!


Aggiungete gli albumi all’impasto e mescolate bene.


Separate l’impasto in due parti: in una parte aggiungete il cacao, mescolate.


Poi il succo di un arancio piccolo e di un limone piccolo (ma direi che mezzo e mezzo bastano, altrimenti viene troppo liquido e non vi esce il bicolore).


Aggiungete le spezie tritate, tranne la cannella.


Io non ho resistito e ho aggiunto anche un cucchiaio di nocciole tritate, Entschuldigung.


All’altra parte aggiungete le nocciole tritate e la cannella.



Versate i due impasti uno sull’altro nella teglia imburrata: come vedete la parte marrone mi è venuta troppo liquida e, nel mescolarle assieme con la forchetta, ho ottenuto lo stesso effetto che se le avessi frullate. Doveva essere una Marmorkuchen speciale, invece è uscito un Lebkuchen gigante!


Vedete le striature marmoree sono quasi invisibili ad occhio nudo!


Infornate a 180 gradi per circa un’ora. Io ho controllato più volte e dopo un’ora la torta si era staccata dai bordi, al centro invece risultava ancora morbida (perché uno dei due genitori è un Lebkuchen, questioni puramente genetiche), ma il ferro usciva pulito.


Risultato finale: la mia Torta ha preso dalla mamma i bordi croccanti e la pasta soffice sopra e sotto; ha preso dal papà il cuore di cacao morbido e profumato.

3 commenti:

  1. Questa mi sembra la più appetitosa del lotto!Non amo i dolci ma leggere le tue ricette,mi fa venire una passione che non conoscevo.Ci vorrebbe ora una bella fetta di torta per addolcirmi la bocca in vista dell'imminente derby.:)

    RispondiElimina
  2. Ma è bellissima, complimentoni!!!

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...