domenica 11 marzo 2012

Focaccia di ceci.

Eccomi di nuovo alle prese con la focaccia di ceci.
Elle: - Ho comprato il lievito in panetto, devo rifare la focaccia. -
Famiglia: - Falla senza niente però. -
Elle: - Quella di ceci. –
Famiglia: - No, falla senza niente che non mi piace con.. –
Elle: - Con cosa? Coi ceci, devo rifare quella. –
Famiglia: - Ma non mi piace quella.. –
Elle: - Ma cosa vuoi? –
Famiglia troppo presente? L’importante è che non si presenti in cucina. Io infatti voglio fare la focaccia di ceci che sto sognando da giorni e giorni, soprattutto dopo il fallimento ultimo scorso. Cosa c’entra la famiglia che mi dice “non mi piace” in tutto ciò? Chi gliel’ha chiesto? Io la faccio per me, perché la voglio imparare ma soprattutto mangiare, cosa vuole la famiglia da me?
Quando chiedo consiglio, quando mi informo sulle preferenze, mi viene risposto “niente niente” e poi si fanno consegnare la pizza a domicilio. Quando offro biscotti fatti da me, mi dicono che sono duri, che i colori sono brutti (rispecchiano ognuno l’ingrediente principale, oltre che buono mi sembrava pure utile per riconoscerli). Quando entro in cucina si avvicinano con sguardo goloso, con voce interessata fanno domande curiose, e protestano se la prelibatezza della settimana non è ancora pronta, poi cucino e borbottano e commentano. Ma chi gliel’ha chiesto?
Veniamo a cose serie, per favore.

Ingredienti.
1 barattolo di ceci pronti (il barattolo serve come dose, tenetelo a portata di mano)
1 barattolo (dei ceci) di acqua
½ barattolo (dei ceci) di olio d’oliva
150 g di pancetta affumicata , tagliata a dadini
1 cucchiaino e mezzo di sale
25 g di lievito di birra sbriciolato (1 panetto)
450 g di farina 0 setacciata (oppure 00 oppure mischiata)

Procedimento.
Mettete in un pentolino sul fuoco i ceci con la loro acqua e ancora un barattolo di acqua e lasciateli solo intiepidire.



Mettete i ceci in un recipiente, assieme ai dadini di pancetta, e frullate tutto assieme, qualche pezzetto di pancetta potrebbe restare intero, non è grave, ma i ceci devono diventare cremosi tutti.


Poi se ve la devo dire tutta...
Aggiungete l’olio e il sale e mescolare bene.
Aggiungete il lievito sbriciolato e mescolare bene.


Se ve la devo dire tutta.. a me interi sono rimasti solo i filamenti di grasso, e vi giuro che quasi mi è venuto il conato a vederli, così mollicci, attorcigliati alla frusta, non riuscivo a toglierli, si moltiplicavano nel fluido che mescolavo, mollicci, appiccicosi, filamentosi.. bleah..


Ma torniamo a noi: aggiungete man mano la farina setacciata, finché si stacca un po’ dalla ciotola, ma anche no: a me non si è staccata proprio per niente, ma io faccio testo?
Oggi in effetti sì.
Io ho usato le fruste a spirale, ma l'impasto è così molliccio (deve esserlo) che si faticava a capire dove fosse ancora da impastare e dove no, perciò ho fatto giri e giri in più per essere sicura del fatto mio.


Lasciate lievitare nella ciotola per un’ora al calduccio (io al solito vicino alla stufa e tenendo lontana la famiglia con varie scuse per evitare che aprisse porte e finestre lasciando entrare spifferi assassini), finché raddoppia di volume.
No scusate..
No scusate: confrontatemi le foto, bitte. C'è o non c'è raddoppio di volume? Sìì!! Era colpa del lievito in bustina allora, non mia!!
Che sollievo..
Ma aspettate..

Ungete una teglia e stendeteci sopra l’impasto...


(nonostante l'aspetto sconfortante della massa ancora fluida che colava dalla ciotola alla teglia, sono riuscita a versarla completamente)
(un po' meno a stenderla)


... di un centimetro circa, se la volete alta e soffice, altrimenti fate voi senza andar tanto per il sottile.. no, per il grosso; cospargere di rosmarino (appena tagliato, ad esempio, soprattutto se è l’unica pianta, oltre alla salvia, che vi cresce in quell’arida steppa che vi ostinate a chiamare giardino), sale e olio.


Siccome era presto io l’ho lasciata in forno senza accenderlo, e l’ho ritrovata così.
(il giallo è dato dalla luce della lampadina, non è diventata più gialla)


Ho acceso il forno a 190°, l’ho lasciato scaldare un po’, poi ho abbassato a 180° e infornato la focacciona mia. Tempo di cottura: finché non diventa dorata sulla superficie. Ma che tempo è?? Ma datemi un numero cribbio! Miii, queste ricette per esperte... Io dopo mezz’ora ho controllato coi miei occhi, e se loro fossero in grado di riconoscere una focaccia cotta, sarebbero dei collaboratori perfetti.
Dopo 45 minuti, di cui 30 di profumi intensi, e dopo aver spostato la focaccia sulla griglia più alta del forno perché non si dorava mmacco ppe nniette, ho sfornato lei:

(notate il mio dito mignolo unto dell'olio che protegge la focaccia dalle intemperie)


 Ed ecco il sogno che si avvera: focaccia calda farcita di grasso di pancetta che presto colerà:


Ed ecco la variante leggera, perché la pancetta affumicata non è esattamente ciò che si definirebbe una "cena leggera": focaccia con formaggino (il formaggio cremoso spalmabile fresco che avevo in mente ce l'avevo solo in mente, non nel frigo)


Commento della famiglia:
- Questa mi piace di più. Quella dell’altra volta non mi è piaciuta. –
Elle: - L’altra volta non era venuta, era cruda. –
Famiglia esperta: -  Ma questa volta è più buona. –
Elle: - L’altra volta era cruda. –
Famiglia esperta: - Sì ma questa volta è.. più leggera. –
Elle: - E-ra-cru-da! –
Famiglia esperta: - Sarà il lievito.. –
Elle: - Sìì.. –

E come gran finale.. l'originale!!
1 barattolo di ceci già lessati assieme alla loro acqua
1 barattolo (lo stesso) di acqua
150 g di pancetta tesa già tagliata a dadini
Metà barattolo (lo stesso) di olio extravergine d’oliva
1 e ½ cucchiaino di sale
1 cubetto di lievito (in estate basta mezzo cubetto)
Farina 00, ma anche 0 o mischiata non importa: quanta ne prende tutto il liquido
1 rametto di rosmarino (non molto altrimenti copre il sapore dei ceci)
Fette di pancetta (da mettere all’interno della focaccia una volta cotta)

11 commenti:

  1. Elle ! oltre al fatto che leggevo il post con le lacrime agli occhi..perchè ti immaginavo relazionarti con la tua famiglia :)), devo farti i miei complimenti ! La tua focaccia fa venire davvero voglia. Cucinare con un forno a gas, non è facile ! Sei stata bravisima ! Voto 10 e lode !

    RispondiElimina
  2. in qusta domenica che attende la primavera...mi vien già fame!!

    RispondiElimina
  3. Minchia ! ( si può dire minchia o è pubblicità ? ) :) 'Sta focaccia è uno spettacolo,Elle.Sono le 18.30, ma io ho già fame come un taglialegna bergamasco a fine giornata :)
    Ti capisco : se c'è una cosa che infastidisce è quando stai sui fornelli con passione a cucinare,e il pubblico non pagante si presente a commentare.Ma si facessero un aperitivo :)

    RispondiElimina
  4. Mi hai fatto ammazzare...quando proprio non ti vogliono ascoltare eh? Avresti potuto dire che era fatta con il gesso che comunque ti avrebbero detto che era più buona. In ogni caso questa è una ricetta che mi dispiace dirtelo, ma ti rubo immantinente, con tutto quello che c'è dentro e intorno...(la famiglia in dotazione uguale alla tua ce l'ho già, grazie). Felice di conoscerti, Pat

    RispondiElimina
  5. Ciao Patty, benvenuta nella Casa dello Spirito :) prendi pure, non c'è niente da rubare nella mia cucina, e poi io sono gelosa solo delle mie parole e delle mie foto! :) Comunque pensaci: sei proprio sicura di non volere anche la famiglia? dai che se sono due è meglio, così giocano insieme e si divertono.. ti preeegoo daaii... uff..
    ;)

    RispondiElimina
  6. brava sei brava :))
    perché c'e' una casetta che mi segue?? io non rubo :(

    RispondiElimina
  7. ahahah S. dovrebbe servire per tornare alla pagina principale (nel mio blog "la casa"), se sei a metà post, super annoiata, e non vuoi arrivare fino alla fine della pagina per cliccare su "home page", allora la casetta ti segue così all'occorrenza clicchi lei ;)

    RispondiElimina
  8. Elle, che dire...sembra ottima! E poi la pancetta è la morte sua! Per quanto sia buono il formaggino io andrei sul pesante...poi ricorro alla tisana, giuro!! ;P

    RispondiElimina
  9. Non ho mai mangiato la focaccia di ceci ma sembra una di quelle robe salate che mi garbano parecchio

    RispondiElimina
  10. Salata e unta, Baol, sa-la-ta-e-unta!!
    Io ai ceci e alla pancetta assieme non gli avrei dato un anno, e invece si sposano benissimo :)

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...