sabato 7 aprile 2012

Consegna dei premi: S.


 accendo la musica

Cari Lettori, sabato 31, dopo aver ricevuto un premio, ho deciso di condividerlo con tutti voi, senza impegno, ovvero solo chi voleva partecipare al mio giochino poteva farlo, chi non voleva partecipare invece no, non poteva farlo. Fin qui mi sembra tutto logico.
Cari Lettori, sabato 31 vi ho proposto di dirmi qualcosa di me, qualcosa che avete capito, qualcosa che vi piace o non vi piace, questa forse non l’ho specificata, ma è sottintesa, viva la sincerità, con rispetto però sennò, lo sapete, parto col decalogo sulle buone maniere, eh! Sabato 31 mi sono inventata questo giochino per darvi la possibilità di farmi qualche domanda curiosa, e non per niente, nonostante la possibilità fosse, come ho detto, altresì di dire qualcosa di me, alla fine io stessa ho dato il nome al premio sulla base della sola seconda possibilità, ovvero quella di chiedermi qualcosa con curiosità.
Questo premio ha visto pochi partecipanti, e oggi vorrei salutare quelli di loro che hanno lasciato un commento senza partecipare al gioco, o meglio: senza fare domande curiose, perché in fondo qualcosa di me, fra le righe e fra le parole, l’hanno detta, e anche questo faceva parte della partecipazione. Quindi saluto quelli che hanno lasciato un commento ma ai quali non devo rispondere perché non m’hanno chiesto nulla. E fino a qui mi sembra tutto chiaro.
Parto dall’ultimo in ordine di commento.

copio e incollo dai commenti al mio post di sabato 31 alla pagina word sulla quale scrivo il presente post



Alligatore ha detto che di me gli piace il fatto che spezzo le catene, letteralmente: “brava, spezziamo le catene”.
Erika ha detto che di me le piace il fatto che sono fantastica, letteralmente: “sei una gran donna, non puoi negarlo” (e visto che lei mi aveva consegnato il premio, direi che lo pensa davvero).
Cristina ha detto, letteralmente: “il perché ti seguo ce l’ho già bene in mente”, e già il fatto che mi segua dovrebbe dimostrare che le piaccio.
Infine c’è S. che in realtà ha commentato per prima, ma sono andata in ordine cronologico inverso dall’ultimo commento, e saltando quelli che hanno lasciato le loro domande nella buchetta delle lamentele. Dicevo che ora tocca a S. che ha scritto 7 punti +1, e tolti sorrisini e bacini, l’elenco risulta più o meno così:
“1- ironia caustica
2- sensibile ed empatica...ma quello è che sei sovrannaturale
3- creativa ed entusiasta di esserlo
5- io tedesco...da signorina Rottermaier...però poi diventi anche dolce
6 - prolissa...ma quanto scrivi?? 
7- coerente...e dimmi se non e' una grande qualità? 
poi ci sarebbe che sei puntigliosa, permalosa, scassapalle”

formatto un po’ il presente post: testo giustificato e maiuscole sono automatiche, ma devo sottolineare le parole alle quali, poi, collegherò un link

Naturalmente non voglio commentare i vostri commenti, perché è il vostro parere su di me, sulla base di ciò che leggete da più o meno tempo, ed io non posso certo dire che non è vero, che avete visto male, sarà così che vi appaio, o forse, e non lo sapevo nemmeno io, è proprio quello che sono.
Apparentemente sembrano tutti complimenti, io almeno li ho presi come tali, e dopo la settimana scorsa..

mi rendo conto che il post del premio non è della settimana scorsa, vado su a correggere con “sabato 31” tutti i “la settimana scorsa” che avevo scritto

..settimana a dir poco di merda, raggruppare in un solo post queste frasi, e considerarle complimenti, è abbastanza piacevole, quasi quasi smetto di scrivere e me le rileggo all’infinito.. no dai, continuo a scrivere.

..cambio musica, quella non andava bene per questo post..

Questa è una consegna dei premi anomala, perché? Perché il premio andrebbe al "lettore curioso", eppure la persona che premierò oggi non ha fatto domande curiose, forse non ne ha nemmeno bisogno, in un certo senso è quella che mi conosce meglio, ebbene sì: la mia prima lettrice iscritta al mio blog, senza paura e senza vergogna, la mia prima commentatrice in italiano, nel senso che i suoi commenti li capisco, mentre ho ancora oggi commentatori più o meno casuali che nemmeno io capisco, ma ai quali non chiedo spiegazioni nelle mie risposte, perché oramai ho imparato che certe persone non tornano a leggere le risposte, e allora dico grazie e tiro dritto.
S., parlo proprio di S.

valuto l’opportunità di una sviolinata ad S.
ma sì dai altrimenti che cazzo scrivo in questo post?
e poi devo giustificare il premio che sto per consegnarle
bene, valutazione conclusa, continuo a scrivere

Ci siamo conosciute per caso, io ed S., questo lo ricordo, anche se non saprei più dire da quale blog ero arrivata al suo, e abbiamo iniziato a leggerci a vicenda, con grande piacere e simpatia; lei non ci crede ma a me il suo blog piace molto, lo leggo tutti i giorni, tranne quando non scrive, ma questo è raro, e mi piace perché, a parte qualche parentesi personale, che naturalmente mi fa piacere leggere e che lei scrive col suo stile da non-so-scrivere ma io vi assicuro che i verbi son ben coniugati anche da lei, al massimo ignora qualche virgola, dicevo che mi piace perché, a parte qualche parentesi personale che naturalmente mi fa piacere leggere, S. pubblica brani di romanzi, poesie, notizie, film che io non conosco. Le poesie soprattutto mi lasciano senza parole, perché io non sono una da poesie, ma quelle che pubblica S. sono così semplici, a volte mi sembra pure di capirle, e sì, lo so che le poesie ognuno può interpretarle a modo suo, e a volte lo faccio. E mi piacciono molto anche i film di cui parla, lo dico perché alcuni sono riuscita a vederli dopo averne letto da lei, quindi lo so che mi piacciono. Ci sono sempre piccole cose preziose che io non conoscevo, nel blog di S., per questo l'ho considerato, secondo le varie definizioni che ho sfornato nel corso della nostra conoscenza, “quotidiano di cultura” “perla di saggezza quotidiana” “blog di cultura” e infine “tandem culturale”, quest'ultimo dopo l’ultimo nostro scambio in proposito:

S.: “[…] 'Cultura' è una parola importante e va dosata e soprattutto meritata, se proprio il tuo io- tedesco ha bisogno di etichettare diciamo ‘blog emotivo divulgativo’?”
Naturalmente io non ero d’accordo, che ve lo dico a fa’.
Elle: “vabbe’, allora ‘divulgazione culturale’ ecco di cosa ti occupi – se non vuoi pazienza, i soprannomi non ce li possiamo scegliere noi; […] saranno anche tuoi gusti o emozioni personali, ma intanto io imparo a conoscere qualcosa di nuovo, e posso venire a sfogliare ogni tanto […]”
S.: “Mi fa piacere trasmettere le cose che mi piacciono, ma solo per il gusto di condividere […]; anche a te devo molto.”
Elle: “[…] Gli scambi mi piacciono, io sono per il baratto.”
Da allora considero S. e il suo semplice blog il mio “tandem culturale”.

ora dovrei motivare la scelta ma io con le descrizioni di persone e con gli aggettivi non son brava, potrei cercare qualcosa nel blog di S. e riportarla nel post a mo’ di giustifica ma..

Niente, ho già detto tutto: il motivo è semplice, cioè no, il blog è semplice, insomma non ha pretese, è spontaneo così, senza virgole, senza cattedra, semplice e discreto, e..
..e mo’ la smetto qui.
E lo so che questo post non sembra affatto discreto.
Perciò mi affretto a consegnarle il premio senza perdere altro tempo.

ora dovrei interrompermi dallo scrivere per fotografare il premio per S.
la foto l’ho fatta, ma potrei aver perso il filo del discorso, direi che è il momento giusto per rileggere una prima volta quanto scritto
ho letto e corretto, ora rileggo ancora una volta l’ultima parte e poi proseguo



Ho deciso. Avete visto che alla sinistra del mio blog c’è una bimba che regge un cartello con su scritto: “le cose brutte non possono entrare”? Ebbene, la frase proviene da questa poesia di Gianni Rodari, o filastrocca che dir si voglia, postata da S. qualche tempo fa; quel giorno chiacchierando fra i commenti ci era venuta l’idea di metterla sui nostri blog, come avviso ai naviganti cattivi, S. ha preparato il disegnino e poi l’abbiamo messo sui nostri blog, come avviso ai navigant.. eh?
Quale poesia, dite? Beh, questa:



Voglio fare un castello in aria:
più su delle nubi,
più su del vento,
un castello d’oro e d’argento.
Con una scala ci voglio salire
Per sognare senza dormire
E su un cartello farò stampare:
‘le cose brutte non possono entrare’.


Ecco pronto il premio per S.


Ps per S: non protestare, così impari a dire che io sono dolce e sensibile!!!


11 commenti:

  1. ma ti pare che dopo una notte buia(ovviamente) e tempestosa ( piove da fare schifo) mi addormento alle 4 più o meno mi sveglio vengo qua e mi prende un colpo...al cuore!
    siccome sono emotiva, non aggiungo altro...e le virgole non mi piacciono...i puntini 3 per la precisone, sospensivi li preferisco, perché sono come una porta aperta...dove puoi entrare e dire la tua...
    Hai esagerato lo sai...ma che sto scrivendo?sono confusa e felice( cit.C.Consoli) e confermo sei dolce come l' asparteme, retrogusto amaro :)))
    grazie signorina Elle <3

    RispondiElimina
  2. oh cavolo " aspartame " ...sono in confusione *_*

    RispondiElimina
  3. p.s. mi piace molto la foto del premio :')

    RispondiElimina
  4. Ma che tenere ... Mi sono quasi commossa a leggere.
    Vedi Elle, i complimenti ti fanno bene ;)
    Brava anche S. e, ora che sono curiosa, andrò a spiarla ...
    Che dire Elle, tu sei così e guai se cambi! Bella questa catena spezzata e questo
    Nuovo premio!
    Ps sono venuta per dirti subito questo : stanotte ho sognato che avevi proposto tutte le bloggers di vederci di persona a città alta! Io ho aderito e mentre ti aspettavo, da lontano ho sentito una voce simpatica del centro Italia e, girandomi, ho visto il tuo visino!!!! Come era?
    ... Hehe dovrai aspettare il prox post cara?
    Buona Pasqua mia simpatica spiritina!
    Vaty

    RispondiElimina
  5. Forse non è il post adatto, ma sono comunque passata per ringraziarti della visita e farti anche io tanti auguri!

    RispondiElimina
  6. S. allora la sorpresa mi è riuscita? Ma ti pare che io possa distribuire premi ad estrazione, la fortuna qui non conta, solo l'amicizia :)
    e naturalmente approvo in pieno i 3 puntini... di sospensione, di benvenuto, di riflessione, come vuoi :)
    (la foto l'ho pensata bene, il post è più spontaneo)

    Vaty preferisco i premi personalizzati ;) Ti sono apparsa pure in sogno??? Con un "visino"??? Povera Vaty..
    Allora per l'incontro fra bloggers.. nemmeno per sogno! Senti, ma città alta dove? A Bergamo? Suggestivissimo, dai!! :)
    Pensiamoci, prima o poi mi toccherà apparirvi, magari per la fine del mondo ci organizziamo una bella seduta spiritica!

    Grazie Doria :)

    PS. per i più curiosi: i premi non sono finiti, però forse aspetto che passino le feste eheheheahahaha (risata malefica)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Bergamo alta!!!
      Visino dolcissimo !!! Ma la parte inquietante era proprio questo: che giungeva il 20 dicembre 2012 ed io dicevo a mio marito " noooo!! Dobbiamo ancora sposarci ma ora ... "
      Maledetti i Maya!!! Arggghh
      Ahaha che sogno strano :D
      Ps ma non hai la manager che sta da queste parti? Un agguato in uff no? ;)

      Elimina
  7. ::: (\_(\
    *: (=’ :’) :*
    •.. (,(”)(”)¤°.¸¸.•´¯`»๒ย๏ภค קครợยค

    RispondiElimina
  8. Cristina grazie, buone feste :)
    (ci ho impiegato un po', ma alla fine ho capito che quelle parentesi rappresentano un coniglietto..)

    Vaty come possiamo interpretare questo sogno? I Maya ribaltano il mondo e si ricomincia da capo: non avremo memoria del passato ma un sacco di tempo per ricostruire il futuro.. bah lasciamo stare le interpretazioni alla elle che te prego! ;)
    Sì la Manager è da quelle parti, appena ho in programma un'incursione ahaheheheh faccio un fischio a tuuuutteeeee
    o almeno a voi che state da quelle parti ehehahhaha
    (non ho bevuto, tranquilla)

    RispondiElimina
  9. Cara Elle, davvero un bel post..e devo dire che la vittoria di S. è più che meritata, oltre che ben motivata. La filastrocca di Gianni Rodari la conoscevo..semplice e delicata.
    Buona giornata !

    RispondiElimina
  10. Ciao Mary, io non conoscevo la filastrocca, ma mi è piaciuta subito tantissimo. La vittoria è meritatissima :)

    RispondiElimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...