sabato 21 luglio 2012

Abiti.

PREMESSA: esperimento con Snapfish, se non visualizzate le foto, fatemi sapere.

Dopo tanti disegnini, quando mi sono ritrovata con le stoffe sparse sul tavolo, e in mano la squadra e la carta da modello (cioè la carta di giornale che io uso per disegnare i modelli), mi sono resa conto di alcune cose:
1) non avevo ricevuto istruzioni precise, quindi molto probabilmente ciò che avrei fatto non sarebbe piaciuto (conosco i miei polli)
2) non avevo voglia di impazzire con cose complicate, soprattutto perché rischiavano di non piacere
3) con la maglina.. cosa vuoi fare? Per l’estate, poi.. un sacco e via, tanto si suda, bisogna star leggeri, e poi la pancia, meglio non esagerare in aderenza, e poi chissà se la stoffa mi basta, sono scampoli, e poi..
4) ad esempio per me farei un sacco con cintura in vita, per i suddetti motivi, ossia: non ho idea di cosa creare per me, la maglina non permette chissà quanti dettagli se non hai la taglia e cuci, e poi d’estate cosa vuoi, col caldo che fa e..

5) e soprattutto se i vestiti non piaceranno e me li dovrò tenere sarà meglio che faccia qualcosa che piace (anche) a me
6) visto che esco di casa solo per fare la spesa, e così scazzata che rischierei di uscire in pigiama, se l’avessi, qualche abitino carino per fare la spesa sarebbe l’ideale
7) conoscendo i miei polli: i vestiti non piaceranno, a meno che non li lasci appesi lì in bella vista (vantaggi di non avere un armadio in camera) e dica che sono miei, che me li sono appena fatti, a quel punto piaceranno di sicuro.
(infatti)

Avevo a disposizione due scampoli e un vecchio vestito o maglia lunga di quelle da mettere coi leggins, di un verde che non mi piace, a maniche lunghe, con lo scollo che cala sulla spalla, sexy ma fastidioso.

Ho tagliato le maniche alla maglia, ho capovolto la maglia, in modo che la fascia che stava sui fianchi risultasse come corpetto, e dalle maniche ho ricavato delle strisce, secondo un procedimento che mi affascina da quando ho letto il post di Un’ideanelle mani su come creare da vecchie magliette una fettuccia in cotone da lavorare all’uncinetto: io ho fatto una normalissima treccia da usare come spalline dell’abito, e mi sono innamorata delle trecce di maglina!




Ho preso uno degli scampoli decisa a ricreare più o meno lo stesso modello, ma col vantaggio di avere più stoffa a disposizione: ho tagliato un rettangolo largo un metro pensando di lasciarlo così largo nell’orlo inferiore, e di restringerlo con delle piegoline nella scollatura dritta, alla quale avrei cucito spalline.. di stoffa intrecciata!


Siccome l’effetto sacco era eccessivo, e visto che la lunghezza lo permetteva, ho aggiunto un’altra treccia da usare come cintura, per sollevare un po’ la gonna e dare un’arricciatura in vita che nasconda l’effetto sacco. Le spalline di questo abito le ho anche annodate: per un tocco in più.


La terza stoffa è liscia ed elegante, nonché leggermente elasticizzata. Ormai avviata col modello a sacco, che non richiede misure precise, avevo in mente solo un altro tipo di scollatura, che avrebbe fatto la differenza. Sono andata avanti come per l’abito precedente, ovvero rettangolo largo e piegoline sulla scollatura dritta, ma avevo in mente una spallina larga a U applicata alla scollatura, inoltre il tipo di stoffa favorisce il modello pagliaccetto (anche se non ho potuto fare il modello esatto per mancanza di stoffa).




Questo vestito è quello più bello, per forma e colori, e non vedrà mai un supermercato.
Che sono piaciuti tutti e tre e non me n'è rimasto nemmeno uno l'ho già detto?

6 commenti:

  1. Le foto si vedono perfettamente, per fortuna! altrimenti che peccato perdersi queste tue creazioni bellissime! Complimenti! Buon fine settimana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, allora credo che da ora in poi le caricherò su Snpfish, dove non ho limiti di spazio :) Grazie Teresa.
      Buon fine settimana anche a te.

      Elimina
  2. Cara Elle, le foto si vedono benissimo..e tu sei davvero brava :)) Hai le manine fatate..se avessi tempo, mi iscriverei ad un corso di cucito.. :) Credo sia un'attività molto rilassante se fatta per puro piacere.
    Ti auguro una buona giornata.
    p.s. Comunicazione di servizio : lunedì mattina parto per Tirana..impegni di lavoro..rientro mercoledì sera..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, lo è, soprattutto se mi limito a modelli semplici, perché quando scelgo quelli complicati dico anche qualche parolaccia ;)
      Al tuo rientro ci sarò, ma per pochi giorni, eh! Buon fine settimana.

      Elimina
  3. Ciao Elle, ogni tanto vengo a trovarti anche se poi raramente mi fermo a commentare.
    Ho aperto per caso questo post perchè attirata dal titolo e scopro che anche te d'estate...maglina a sacco e via (però per fortuna mi aiuta la tagliaecuci :D
    Grazie per la citazione ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Doria, figurati, le cose che vedo nel tuo blog mi rimangono in circolo nella testa finché non mi tornano utili ;) D'estate non tollero pantaloni né cose troppo aderenti, quest'anno sono andata giù dritta anche con le magliette!

      Elimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...