mercoledì 22 agosto 2012

Astuccio per set da bagno (da viaggio).


Alle prese con una voglia pazza di buttare il superfluo e riordinare il necessario, ogni giorno dedico un po’ di tempo a questa attività, con più costanza di quando andavo in palestra. E fu così che ritrovai la famosa spugna con la quale avevo creato dei lenzuolini per un’estetista anni or sono, ovvero i ritagli avanzati. Li ho regolarizzati in tanti rettangolini e li ho tenuti per ogni evvenienza.
Ad esempio una partenza con bagaglio da imbarcare che permette ad una donna di andare ben oltre la bustina trasparente di liquidi da bagno (e quelli di voi che avevano visto le foto della mia partenza del 31 agosto ultimo scorso, vedranno ora la differenza).
Su un blog americano di quelli avanti, ho trovato due idee piccolissime e carinissime, e le ho seguite: un portasapone che può essere anche una spugna leva-cellule-morte con sapone incorporato e un porta spazzolino che può includere tutto ciò che vogliamo, basta farlo su misura.

Per prima cosa ho chiuso un rettangolino di spugna tagliato un po’ più largo della larghezza della saponetta e della lunghezza pari a due volte quella della saponetta (più o meno, sono nella fase “a occhio” vi ricordo). Ho aggiunto un nastrino dalla parte giusta (dai, che il tutorial c’è nel sito da cui l’ho preso io) e ho rivoltato l’involucro:



Poi ho preso uno dei rettangoli di spugna più grandi, ho solo ritagliato meglio i bordi sfilacciati, ho piegato il lato inferiore e spillato la fettuccia tutt’attorno ai bordi, per evitare ulteriori sfilacciature e anche per decorare, certo: per il primo scopo basterebbe l’antiestetico zigzag della macchina da cucire, infatti.


Ho applicato (e presto modificato) anche i primi decori, dopodiché ho cucito tutto, ma proprio tutto, a mano e a vista.


Ho fatto le prime prove:


Una spilla da balia regge un elastico d’emergenza (e anche la spilla a sua volta può affrontare un’emergenza).


Il nastrino abbraccia una cuffia da doccia (non si sa mai sotto che doccia si va a finire quando si è in viaggio) e si fa pizzicare da due becchi d’oca o d’anatra a seconda di come li chiamate voi, io li chiamo semplicemente becchi e li adoro perché reggono il ciuffo come nessuno, e poi ad uscire col becco in testa si attira sempre un po’ l’attenzione. Alla frase amorevole: “hai dimenticato di togliere il becco” rispondo sempre “no, semmai ho ricordato di metterlo prima di uscire”. Spiazza che è una meraviglia, a volte fa anche ridere, altre volte fa pena (con le persone che si credono fashion non c’è speranza, lasciamo stare).


Spazzolino e dentifricio, e la pinzetta che sostituisce l’elastico nelle serate di gala: in un attimo mi fa una banana che neanche al mercato la mattina presto.


Spazzola e proteggi slip: la prima l’ho messa solo per la foto, dato che non mi pettino mai dopo la prima strigliata appena lavati i capelli, ma quella la faccio con il pettine. Dovete sapere infatti che i capelli si pettinano col pettine da bagnati e con la spazzola da asciutti, mai viceversa, siccome i miei una volta asciutti sono impraticabili, la spazzola mi serve giusto per la foto.


Panoramica aperta.


Panoramica chiusa. Si nota la differenza? Alla fine ho modificato i lacci per chiudere l’astuccio, perché i due al centro non chiudevano bene, così li ho tagliati in due e ne ho fatto quattro (questa è matematica, la creatività non c’entra nulla, mentre la storia che non chiude bene è fisica applicata all’astuccio da viaggio).


Ora chiude meglio. In bella mostra le cuciture fate a mano.


5 commenti:

  1. Le tue creazioni sono sempre favolose!

    RispondiElimina
  2. sei troppo grande! mi vien voglia di provarci!!!

    RispondiElimina
  3. Ma è un'idea carinissima!!!!Voglio provarci anch'io!!(sicuramente uscirà una "ciofeca"..ma va beh..dai...):-)

    RispondiElimina
  4. tu sei un maledetto genio :)

    RispondiElimina
  5. "blog americano di quelli avanti"...
    ahahahaha mi hai fatto schiantare; qualche volta lo penso anche io! :D

    Ah! Ottimo riciclo!

    RispondiElimina
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...