martedì 27 novembre 2012

Perciò la donna è così rilassata * Deshalb ist die Frau so entspannt.


Donna Manager: - Elle, ma dove cazzo sei finita! Ti ho scritto che mi serve il tuo codice fiscale e non mi rispondi! –
Elle: - Ero al lavoro e dopo mi sono dimenticata, cosa te ne fai del mio codice fiscale? –
Donna Manager: - Mi serve. Devo farti il regalo di natale. –

Perché io ho un’amica che fa regali col codice fiscale? Non lo so, ma la cosa mi preoccupa.
Elle: - Donna, per favore, non falsificare di nuovo la mia firma, altrimenti m’incazzo. -
Donna Manager: - Uff, e va bene, ma così ti devo dire cos’è... –
...

Ma veniamo a cose più serie.

Ragazza con il parasole girata verso sinistra olio su tela di Claude Monet.

"Die Frau mit dem Sonnenschirm ist ein Gemälde von Claude Monet, aber ich weiß nicht, wann es entstand. Man sieht eine Frau von links, die auf einer Wiese steht. Das Bild stimmt den Betrachter beruhigt. Der Maler verwendet helle Farbe, um Ruhe auszudrücken. Der Schal der Frau fliegt im Wind wie eine kleine Welle und auch das Kleid wird vom Wind bewegt. Während die Frau sich nicht bewegt, sie schaut vor sich in die Ferne und nimmt den Betrachter und das Land nicht wahr: Sie denkt nach. Der Sonnenschirm ist fest hinter sie, als ob er einen Schutz gegen die Schwierigkeiten des Lebens wäre, deshalb ist die Frau so entspannt."

***

La donna con l’ombrellino è un dipinto di Claude Monet, ma non so quando è stato fatto. Si vede da sinistra la donna che sta su un prato. Il quadro calma l’osservatore. Il pittore usa colori chiari, per esprimere calma. La sciarpa della donna vola nel vento come una piccola onda e anche il suo vestito è mosso dal vento. Mentre la donna non si muove, lei guarda davanti a sé in lontananza e non si accorge dell’osservatore e della campagna: riflette. L’ombrellino è fermo dietro di lei, come se fosse una protezione contro le difficoltà della vita, perciò la donna è così rilassata.

***

Questo esercizio risale alle mie prime settimane a Berlino, quando odiavo questi esercizi. Dovevamo scegliere una foto o un dipinto e descriverlo: perché dovrei imparare le parole per dipingere un quadro, se a me i quadri non piacciono? Mi chiedevo. Non ce l’ho nemmeno un quadro preferito, e descrivere una foto è complicato, borbottavo fra me e me. Ma poi un quadro l’ho trovato, perché in fondo io ce l’ho un quadro preferito. Ed è questo. Perciò avevo fotografato col cellulare la pagina internet del risultato della ricerca, e in classe ho provato a buttar giù una descrizione, con le parole e le espressioni suggerite dall’esercizio. Il problema era che avremo dovuto alzarci, chi aveva un’immagine cartacea se l’è vista appendere alla parete dall’insegnante, e dovevamo camminare per l'aula come se fossimo davvero ad una mostra, dove ognuno interpretava il ruolo del critico esperto di quella particolare opera e la descriveva agli altri. Alla fine è stato divertente, dai.

Tutti noi dovremmo avere un parasole.
O una poltrona:

Flaming June di Frederic Lord Leighton.
Flaming June di Frederic Lord Leighton.

14 commenti:

  1. cara elle, se ho capito bene, l'amica ti vuole regalare un codice fiscale. ok, ho capito male.
    tutti noi dovremmo avere un ombrellino, hai ragione, soprattutto qui a milano dove piove da giorni.
    a me piace un sacco monet
    ciao :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quel che ricordo la pioggia di Milano non è da ombrellino, ma se vuoi per natale te ne regalo uno fatto da me, abbinato ad un grembiulino (da cucina). Pensavo di fare un patchwork col vecchio codice fiscale cartaceo, ti piace il verde, vero?
      Suppongo che con i quadri di Monet e non solo mi capiterà come per certe canzoni (quasi tutte): li conosco, mi piacciono, ma non so di chi sono, quindi non saprei trovarli su internet per portare la foto a scuola. Con questa mi è andata bene, se scrivi "donna con ombrello" è fra i primi tre risultati :)

      Elimina
    2. non ti devi disturbare. ma se insisti vada per il patchwork :)

      Elimina
  2. Ma per quale regalo può servire il codice fiscale ?? Ci ho pensato un po', ma non mi viene in mente assolutamente nulla..Monet è uno dei pittori che preferisco..e credo che la tua interpretazione su questo dipinto sia quella più giusta..
    Ciao Ellina :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensaci meglio, è una cosa per la quale oltre al codice serve la carta d'identità e la mia firma, quindi sarebbe meglio se ci pensassi io... Come ho scritto a Metiu qua sopra, non so nemmeno io chi mi piace, vuoto, però certi quadri se li vedo li riconosco, perché a CasaMia ho le stampe ;)
      Ciao Mary :)

      Elimina
    2. Ti vorrà mica regalare delle azioni quotate in borsa :D ??

      Elimina
  3. Ma che, davero davero? Non te ne piace nessuno, oh nessun quadro? Alcuni trasmettono proprio eh... guarda ti do un nome e un link.

    Il nome è Edward Hopper.

    Il link è http://www.artchive.com/artchive/H/hopper.html#images

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, uno sì, questo nel post. Ma sì, sicuramente me ne piacciono altri, però.. Pensa che una volta sono stata al museo del Prado a Madrid, che a quanto pare è famosissimo, e anche se non ti scrivo che è a Madrid tu lo sai dov'è, ma io son cascata dalle nuvole, ero fissata che volevo mangiare lo jambon, che minchia è 'sto prado? Un parco? E mi sono annoiata a morte.. finché non sono arrivata ai pittori fiamminghi (no, perché io l'ho comunque visitato tutto per capire se..) che mi sono piaciuti, ma ricordarmi un nome è altra cosa.
      Hopper.. un newyorkese??
      Comunque appena ho letto il tuo commento mi sono ricordata che anche molte delle "visioni" che pubblichi tu mi piacciono (ma ricordarmi un nome è altra cosa).

      Elimina
    2. I fiamminghi, Bruegel, fantastico!

      Elimina
    3. Sì, questo nome non mi è nuovo, e pure i quadri (benedetto internet). Ho aggiunto una foto al post: c'era un'esposizione temporanea quando sono stata al Prado, e di questo quadro avevo preso la stampa perché è l'unico che mi era piaciuto di quell'esposizione. Dai che non sono così schiappa, qualcosa mi torna in mente! ;)

      Elimina
  4. Primo: diffidare di chi chiede il codice fiscale; non vorrei ti volesse regalare un accertamento fiscale!!! :)
    Secondo: mi piace molto il quadro della ragazza dai capelli lunghissimi addormentata sulla poltrona: lei si che è veramente rilassata.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora non glielo dico? Non vorrei essere accertata così..
      Non è una coperta? Sono i capelli? Minchia!!
      Lei sì che è veramente davvero rilassata, anche se quando si alzerà avrà un leggero mal di schiena, mi sa..
      Ciao Franz :)

      Elimina
  5. Ma che begli esercizi che vi fanno fare a scuola di tedesco! Potrei copiarli per i miei studenti di italiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, te li consiglio vivamente, perché quando puoi parlare di una cosa che ti piace (anche se, come me, all'inizio non credevi di averne una) si impara meglio. In fondo nella vita fuori dal corso io forse un quadro non lo descriverei mai, ma una scena o una foto o un'immagine di un sogno non richiedono parole molto diverse ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...