venerdì 21 dicembre 2012

Musica di natale/4.



L’avevo appena accesa nello stereo, per un’ultima controllatina di coerenza ritmica, quand’ecco suonare alla porta. Eppure il volume era a 5, poco più alto del “sottofondo” al quale mia madre mi costringeva da piccola.
Era la vicina del piano di sotto, che ha un problema con il riscaldamento, e il tecnico dice che potrebbe essere collegato al nostro riscaldamento, ed io avevo il compito di rispondere, controllare, avvertire. Merda, la Domj è partita solo oggi, e già iniziano i miei problemi nella casa tutta per me. Naturalmente il riscaldamento della camera non funziona, e me ne fregherei visto che bagno e cucina, le stanze che uso io, sono ben riscaldate, ma ho promesso alla vicina del piano di sotto di farle sapere, perciò ho scritto alla Domj per sapere se il riscaldamento della camera da letto non si accende perché ha chiuso lei centralmente prima di partire (non credo) o se le risulta che non funzionasse (possibile?) e se devo far entrare il tecnico e fargli staccare fattura anche per noi. Ma che palle.
No, ma se voglio andare a vivere da sola devo abituarmi anche a queste beghe? A questi contatti coi vicini? Ma che palle.

Ma veniamo a noi, cari amici vicini e lontani. Pensavate di esservela scampata? Invece no, puntualissima arriva anche quest’anno la compilation di natale composta e testata appositamente per voi dalla vostra Elle, lo Spirito musicale.
Esatto, non parlavo della decantata fine del mondo, anche perché, come ho spiegato alla mia collega che la settimana scorsa se ne preoccupava, i Maya non avevano certo previsto fattori influenzali determinanti come la bomba atomica e il buco nell’ozono e l’abolizione della pensa di morte in quasi tutto il mondo, quindi cosa ne sanno della Weltuntergang? Nulla.
E della mia compilation di natale 2012 cosa ne sanno? Niente.

L’anno scorso avevo bisogno di allegria, quest’anno sono per il relax. L’anno scorso avevo bisogno di compagnia, perciò vi avevo tediato per giorni e giorni, con una canzone al giorno che poi è finita in una compilation commentata a denti stretti dai più, ignorata da altri; quest’anno vi ho risparmiato la tortura, anche perché fino all’ultimo ne ho avuto solo una vaga idea e ben poco tempo a disposizione, ma ce l’ho fatta, ho trovato ben dieci canzoni natalizie. In realtà all’inizio erano quindici, ma ho conservato ancora un po’ di senno, soprattutto ieri dopo la sbronza dell’altro ieri, molto lucidamente ho eliminato le ultime due intruse.


In realtà non sono nemmeno canzoni di natale. Il fatto è che la musica classica mi ricorda il natale, ma ci sono anche altre canzoni che, ultimamente, me l’hanno ricordato, pertanto a parte due, le altre non credo siano state composte e interpretate con intenzioni natalizie, anzi voglio avvertire gli anglofoni che capiranno le parole di queste canzoni di non lasciarsi fuorviare, io le ho scelte in base alla musica, alla melodia, al ricordo di un natale tranquillo, accanto al camino (o ad un termosifone funzionante), che mi hanno stimolato.
Quindi, se l’hanno scorso le canzoni erano classici natalizi in versione allegra, quest’anno le canzoni sono natalizie perché l’ho deciso io, e in versione rilassante, perché la vita è una merda, e almeno a natale ci dobbiamo riposare, coccolare, dobbiamo chiudere gli occhi e non pensare a nulla. O almeno provarci.

Vi metto anche il link per il download (sfoggio l’inglese) che di solito non funziona, ma provateci, magari stavolta va. Altrimenti andate su play e aspettate che si carichino le canzoni.

***Compilation di natale con canzoni rilassanti***
di Elle
il vostro Spirito natalizio



E potrete sbuffare, ma dal 2006 (o giù di lì) la compilation di natale per me è una tradizione, e quella dell’anno scorso mi ha portato nel blog visitatori anche durante l’estate, perciò a qualcosa è servita: a far aumentare il totale arrivi, peccato manchi un contatore dei non ritorni, sarei curiosa di vedere cosa dice.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...