domenica 30 agosto 2015

Porta oggetti o porta rotoli da cucina.

Nel bel mezzo delle prime settimane nella nuova cucina, fugacemente, ho notato che mancava un importante alleato di ogni casalinga che si rispetti: un portarotoli da cucina.
Ne avevo uno in realtà, questo:



Ma l'avevo smembrato prima di impacchettare tutto, salvando solo i disegni fatti da me nel lontano 1994 coi pastelli a cera:
(i disegni sono finiti qui)
L'idea era nata dalla combinazione di un cartoncino abbastanza rigido, trovato al lavoro, e di un astuccio da viaggio con tasche su misura (questo qui).

Materiale:
cartoncino abbastanza rigido (ad esempio una scatola per la frutta) e eventualmente colla
stoffa resistente e eventualmente nastrini (altrimenti si possono fare con la stoffa)
ago e filo
ganci a S

In attesa di una nuova idea, avevo legato i rotoli a una lavagna magnetica, di cui mi piace molto anche la forma, perciò volevo riprodurla.


Ho usato il cartoncino come cartamodello per tagliare la stoffa, due parti uguali.


Ho tagliato una scatola e ho incollato assieme il fondo e uno dei lati, per riprendere la forma della lavagna.



Ho tracciato sulla stoffa delle linee tratteggiate a partire dal fondo: a 5, 3, 2, 3, 2, 3, 2 cm. E la prima cosa sbagliata che ho fatto è stata usare una vecchia tenda da doccia come stoffa: è vero che non si bagna, ma è anche vero che le cuciture si strappano e poi quanti schizzi pensavo che ci arrivassero, su questo portarotoli?.
I primi cinque cm in basso sono dedicati ai ganci a cui appendere mestoli e mestolini (le mie X sulla stoffa); i 3 cm sono per i rotoli, i 2 cm sono per lo spazio tra un rotolo e l'altro. Le misure sono risultate poi un po' strette, ma rifarò il portarotoli, quindi al momento non sono più preoccupata.


I 2 cm rappresentano sia lo spazio tra i rotoli, sia lo spazio in cui cucire i nastri che reggono i rotoli: lo spazio per il nastro da infilare nel rotolo e lo spazio in cui si troverà il rotolo una volta appeso al nastro non coincidono perché pensavo che il rotolo legato ad un nastro sarebbe sceso adagiandosi verso il basso. È stato davvero così, quindi almeno una cosa l'ho fatta giusta.
La lunghezza dei nastri invece l'ho sbagliata, perché il terzo rotolo è più lungo (quello della carta forno), ma io non ci avevo proprio pensato.


Altro errore è stato cucire i nastri al portarotoli (sul retro, in modo che si possano annodare sul davanti) al centro, cioè lasciando sia a destra che a sinistra la stessa lunghezza: comodo se c'è la possibilità di fare il fiocco al centro davanti, ma al centro del portarotoli, davanti, c'è il rotolo in cui è infilato il nastro, è impossibile fare un fiocco dentro il nastro! Avrei dovuto cucire il nastro da una delle due estremità (lasciando una decina di cm libera per il fiocco) e infilare l'estremità più lunga nel rotolo, e fare il fiocco all'uscita dall'altra parte, come ho effettivamente fatto (v. ultima foto), ma con fatica, visto che avevo a disposizione un'estremità di nastro molto più corta dell'altra!




Un terzo nastro va cucito davanti, sotto il limite superiore dei cinque cm lasciati, per appenderci i ganci a S. Cuciture veticali intermedie delimitano gli spazi dedicati ai singoli ganci, spazi che dovrebbero essere più piccoli, ma tanto rifarò tutto. Tutto!


Appeso è molto carino, ma scomodissimo.


3 commenti:

  1. La nuova versione è ottima (ma potevo dire che esiste una nuova versione? ... se non potevo dirlo bannami, farò un altro commento).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah verrai puunito buuuu :D
      Consideriamola un'anticipazione del post con la nuova versione ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...