mercoledì 9 dicembre 2015

Auguri a tutti.

Qualche mese fa mi è successa una cosa simpatica. In occasione del mio compleanno ho ricevuto un po' di auguri, i soliti, alcuni in ritardo, altri per sentito dire, ma da quando sono in Italia sono tornata allo stato spirito quasi totale. È assurdo, lo so, ma il fatto è che l'Italia ha il record di incapacità pubblicitaria, di promozione, di comunicazione (ne parlava tempo fa Nuovo e Utile, mio guru nel settore, in questo post). Ma finché ho abitato in Germania, ho ricevuto più auguri da sconosciuti, o auguri virtuali, o auguri automatici, che auguri da persone vicine, notoriamente più smemorate. Dietro quegli auguri c'era senz'altro un “calendario intelligente”, ma quando nella vita di un umile Spirito gli smemorati sono troppi, fa piacere ricevere gli auguri di compleanno anche dalla banca con cui hai un conto vuoto, dall'operatore telefonico che per il resto dell'anno ti dissangua anche se non usi il telefono, dalle ferrovie dello stato che ti avevano costretta ad iscriverti alla newsletter pena l'annullamento del biglietto andata e ritorno appena comprato online, dall'azienda del gas, e dire che volevi firmare col concorrente, e per fortuna che non avevi voglia di confrontare prezzi. Tutti mi hanno scritto una mail che iniziava con “cara Elle, è un giorno speciale”, alcuni mi hanno offerto un regalino: l'operatore telefonico un video dove alcuni ragazzi preparavano una sala per la festa e alla fine aprivano uno striscione con scritto “auguri Elle”; le ferrovie tedesche mi avevano regalato un treno di nome Elle (una foto) e una ricetta secondo i miei gusti (scelti prima): torta al cioccolato. Tutto secondo le più banali regole del marketing via mail (come ripete sempre Alessandra Farabegoli, l'altra mia guru - di quest'altro settore, ad esempio in questo post).


In Italia non mi sono mai sentita coccolata via newsletter, fino a quest'anno, quando ho ricevuto una cartolina da Auguri.it, un sito da cui si possono mandare cartoline virtuali di auguri per ogni occasione. Sono iscritta da qualche anno, e non ricordavo di aver ricevuto recentemente gli auguri da loro, forse li mandano solo se durante l'anno spedisco cartoline virtuali. Non ricordavo nemmeno di aver dato la mia data di nascita all'iscrizione, ma da un sito di auguri ci sarebbe da aspettarselo, no?
La cartolina non è a nome mio, è generica, e se cliccate qui potete vederla anche voi: non siamo ai livelli delle ferrovie tedesche, che la torta me l'hanno offerta al cioccolato senza panna montata, come piace a me, ma almeno il calendario intelligente di Auguri.it funziona, dai.

Qualche minuto più tardi mi hanno mandato un'altra cartolina, stavolta più enfatica, per complimentarsi con me: da sette anni sono iscritta al loro sito, e per questo volevano omaggiarmi in qualche modo, ad esempio con un regalino. Certo, per il mio compleanno non mi hanno regalato nulla; e facendo due conti è chiaro che il premio "fedeltà" te lo offrono solo se usi il sito durante l'anno, logico. Ma il gesto mi è parso carino, quindi ho seguito il link nella mail e scoperto che, fra le altre cose, potevo scegliere in regalo anche un libro a sorpresa! Usato, offerto da Equilibristi, e contro pagamento delle spese di spedizione (tre francobolli): alla fine è come se avessi pagato il libro a una bancarella dell'usato, ma il fatto che fosse un regalo, una semi sorpresa (potevo scegliere il genere) e un libro usato, mi attirava e allora ho accettato.E poi suppongo che avrei speso la stessa cifra per un portachiavi a forma di banana...

Dopo pochi giorni ho ricevuto il mio libro, assieme a una penna e a un biglietto:
Gentilissimo/a
Festeggiamo insieme a te l'anniversario dell'iscrizione alla Community di Auguri.it con questo piccolo ma sentito omaggio.
Ci auguriamo che continui ad usare il nostro sito per i tuoi auguri e saluti.
Noi cercheremo di offrirti un servizio sempre simpatico ed originale.
Cari saluti
Tutto lo Staff di Auguri.it”

Avrete notato anche voi, a parte qualche maiuscola di troppo, che non c'è il mio nome in questo biglietto, e questo cozza un po' con quel “piccolo ma sentito omaggio”. A me non usciva di testa che per il mio compleanno ho ricevuto solo gli auguri (e senza nome, avrò mica dato solo la data di nascita durante la registrazione al sito?), ma continuo a ripetermi che su questo sito non ho comprato un biglietto del treno andata e ritorno, non verso un modesto stipendio, non pago un abbonamento mensile comprensivo di internet, ma spedisco tutte le cartoline che voglio gratuitamente, quindi non mi devo lamentare.

E infatti sono qui per dire che il sito Auguri.it è l'unico che, almeno, mi ha mandato gli auguri per il mio compleanno e un regalino per l'anniversario della mia registrazione: Blogger, a cui sono iscritta dal 2008 (cioè da sette anni), non mi ha fatto nemmeno gli auguri di anniversario, eppure sul blog sono molto più costante che con gli auguri virtuali, che invece sfrutto solo quando:
  • non ho un indirizzo fisico a cui inviare un biglietto cartaceo
  • non ho avuto tempo di disegnare un biglietto decente
  • mi ero dimenticata il compleanno e ho poche ore prima che sia il giorno dopo.

Ai miei tempi, si parlava tranquillamente di qualcosa che piace, senza per forza dover essere completi elencando anche qualche difetto. La parola “recensione” era termine colto, e a nessuno saltava in testa di dare voti o valutazioni su qualcosa. Se capitava l'argomento, o se qualcuno chiedeva consiglio, si diceva la propria, più o meno obiettivamente, e finiva lì. Al massimo si tirava fuori di nuovo l'argomento, dopo qualche tempo, per chiedere “hai poi provato quella cosa che ti ho detto, che mi avevi chiesto?” oppure per dire “sai che ho provato quella cosa che mi avevi detto, che ti avevo chiesto e...” Oggigiorno non è più così: ogni volta che si apre bocca, o meglio, che si scrive, bisogna specificare che nessuno ci paga per scriverla, allora lo dico anche io: non è una recensione, volevo solo raccontare cosa mi è successo, e dire che, secondo me, il mio nome sugli auguri ci sta sempre bene. Fermo restando che sono circondata da smemorati, quindi gli auguri a sorpresa anche anonimi li accetto senza fare storie, se poi il regalo è un libro... che ve lo dico a fa'.

Regalino da auguri.it

9 commenti:

  1. Ma dai, carini questi che ti mandano un libro!
    Ma io te li ho fatti, gli auguri? Tu lo sai che non mi ricordo neanche come mi chiamo, per cui se non te li ho fatti te li faccio in ritardo :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie degli auguri in ritardo :D

      Elimina
  2. Vero, mai ricevuto auguri da anonimi ai quali pago qualcosa o verso qualcosa per usufruire di un servizio, in Italia non succede, quindi questa cosa da Auguri.it è abbastanza unica (e bello il libro, posso confermare, avendolo toccato con mano) ... a me non succederebbe, anche perché metto sempre date di nascita false, di anno, come giorno e/o mese :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sono stati carini.
      E se uno vuole farti un regalo per il compleanno, anche se tu gli scrivi che sei nato il 25 dicembre, dovrebbe essere in grado di farlo: il problema è che in Italia non ne fanno.

      Elimina
    2. No Alligatore . Non si fa. Non mentire su queste facezie, piuttosto non mettere nulla.

      Elimina
  3. Io sono una da calendario intelligente :)) Auguri, l'anno non è ancora finito :))
    Saranno anche "impersonali", ma lo trovo bello e poi... un libro!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, grazie, siamo ancora in tempo, sì ;)

      Ho controllato ed effettivamente il mio nome non c'era, risultavo ancora studente e l'unico dato erano e-mail e data di nascita. Poveri, non hanno colpa, anzi!

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...