sabato 6 febbraio 2016

Riassunto del mese di gennaio.

Gennaio è stato un mese ricco e vario, merito dei miei buoni propositi che, essendo tanti e diversi, impongono che anche i miei giorni siano vari. Questo mi piace, perciò posso dire che il 2016 è iniziato bene.

Proposito vecchio: leggere di più e guardare tanti film.
Ho iniziato il 2016 leggendo e parlandovi di libri, naturalmente. Il primo post dell'anno l'ho dedicato a Leggiamo di più 2015, cioè alla lista di libri letti nel 2015, ben 68: così ho superato di gran lunga i risultati dell'anno precedente. Mi sono resa conto che la lista includeva alcuni libri “bellissimi” e così ho deciso di dedicare un post solo ai libri bellissimi del mio 2015, perché se lo meritano.
A gennaio ho letto cinque libri, che trovate nella pagina Leggiamo di più 2016, dove aggiungerò man mano i nuovi titoli.
Per la seconda volta nella storia del mio blog ho fatto anche una lista completa, con tanto di parere, dei film visti durante l'anno: la lista I film del mio 2015 comprende sia quelli visti al cinema che quelli visti in televisione o in dvd, che vuol dire sia film appena usciti, sia film “vecchi”; ancora una volta ho diviso i film tra bellissimi, belli, brutti o così così, secondo i miei gusti personali e l'umore del momento, naturalmente.

Proposito nuovo numero 1: imparare l'uncinetto.
Ho iniziato subito con l'uncinetto, ripassando i punti base e provando lavori semplici come le mattonelle. Sento che sta iniziando una nuova amicizia tra lo Spirito e l'uncinetto e che non sarà difficile alimentarla ancora nei prossimi mesi. Gennaio è stato dedicato alla catenella e alla maglia bassa (e bassissima).

Proposito nuovo numero 2: rispolverare i ferri e la maglia.
Settembre è sempre stato il mese dei miei nuovi inizi, anche quando le ferie me lo hanno fatto slittare ad ottobre: di solito parto con mille idee e mille progetti, ma per farmela facile ne butto dentro sempre qualcuno che è solo di “ripasso”, e stavolta è toccato ai ferri. Per questo ho fatto un'altra pochette a maglia, e devo dire che ogni volta che ne faccio una mi viene un po' meglio.

Proposito nuovo numero 3: fare pace col punto croce.
Il mio rapporto col punto croce era di odio, ma non per colpa mia, né per colpa sua: abbiamo solo iniziato col piede sbagliato. Dopo tanti anni sono pronta a dargli un'altra opportunità, e il primo passo consiste sempre nel vedere le cose da un altro punto di vista: anziché ghirigori inutili, i ricami a punto croce potrebbero essere decori personalizzati, basta mantenere sempre aperta la mente del mio io creativo. È quello che ho fatto coi miei gattini, grazie ai quali posso dire che lo Spirito e il punto croce vanno già più d'accordo.

Proposito nuovo numero 4: mangiare sano.
Non che io sia un'amante dei fritti, o dei grassi e degli zuccheri. Io vado matta solo per i carboidrati. Ma non mi piacciono nemmeno i sapori complessi, i piatti elaborati, le ricette lunghe. E poi si sa che per mangiare sano bisogna rispettare un certo equilibrio, e così va bene mantenere nella dieta pane, pasta, riso o patate come base, ma spaziando fra i condimenti, senza trascurare il pesce e senza esagerare con la carne. Ecco allora un primo giro di ricette con patate: una con pesto e pomodorini, buona per riciclare un po' di ingredienti allo stremo, e altre cinque o sei per variare sul pezzo con verdure, pesce o carne secondo i gusti.

I trucchi dello Spirito.
Come ricordarsi tutti questi buoni propositi senza trascurarne mai nessuno? È facile, basta avere un'agenda personale come la mia: che sia un'agenda vera o un quaderno o un mazzo di fogli cuciti assieme non importa, ciò che conta è che sia del formato che ci è più comodo (da scrivania o da borsetta), che abbia le pagine di cui abbiamo bisogno (con calendario o con lo spazio per gli appunti), che i contenuti siano facili da trovare (grazie a segna pagina adesivi o segnalibri), che non manchino gli accessori. Insomma, se si chiama “personale” un motivo c'è.
Ma come facciamo col calendario classico da appendere in cucina o sopra la scrivania? Diventa obsoleto? Certo che no: poter vedere tutto il mese davanti a noi semplicemente alzando lo sguardo ha ancora il suo valore, e poi anche il calendario da appendere si può personalizzare, con disegni o ricette o foto, compleanni in rilievo, numeri di telefono, mille indizi sulle prossime vacanze e tutto quello che ci viene in mente per farci piacere anche i periodi più brutti dell'anno. Io, almeno, ho fatto così.


Allora buon proseguimento di febbraio, il mio sarà tutto all'insegna delle letture, dei viaggi e della scrittura, salterò come sempre il carnevale e san Valentino, ma in compenso andrò al cinema con l'Alligatore.

7 commenti:

  1. Sul mangiare sano ci stiamo riuscendo alla perfezione (e i risultati si sono già visti), su maglia e uncinetto vedo progressi (come io con le letture), sul cinema con me, a febbraio abbiamo già iniziato ... e direi con il botto (e anche in tv, a dire il vero).

    RispondiElimina
  2. Senz'altro siamo a buon punto e non possiamo che continuare così. E poi ci sosteniamo a vicenda, così c'è più gusto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molto più gusto, direi un gusto superiore ;)*

      Elimina
  3. Ottimi tutti i tuoi buoni propositi, più che condivisibili da me. Ma ogni tanto i buoni propositi si perdono per la strada e dopo un po' devi dar loro una raddrizzata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, ne vevo alcuni che ho portato avanti per anni, sempre a rischio, perciò solo ora ho potuto imbarcarmi nuovamente! Ma è una bella soddisfazione.

      Elimina
  4. Ehi quanti propositi! Quasi quasi coincidono con i miei, ma mi vorrei impegnare molto di più sul 4 :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, il quarto è il più difficile, se si hanno passioni creative che non devono essere interrotte da questioni banali come mangiare! ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...