lunedì 21 marzo 2016

Tenda semplice per il bagno.

Qualche tempo fa avevo fatto una tenda semplice per il bagno, su richiesta, corredata di tante foto perché avevo in mente di farci un tutorial, ma che poi sono rimaste abbandonate in una cartella nel mio computer. Fino a oggi.
Senza guardare la data del file, appena ho visto la prima foto ho capito che era almeno da novembre che esisteva la possibilità di scrivere un post su una tenda, perché gli avanzi della stoffa rossa che ho usato per fare questa tenda, mi sono serviti tra novembre e dicembre per fare gli addobbi di natale.

Materiale.
Stoffa del colore preferito e delle misure preferite, cioè corrispondenti alla finestra (le stoffe vengono vendute a metro, per il senso della lunghezza, mentre la larghezza delle stoffe è fissa, di solito 1,50 metri: calcolate la sola altezza della finestra, o del bastone per la tenda, metteteci dieci cm in più per orli ecc, e comprate la stoffa che preferite)
ago, filo, macchina da cucire
ma anche forbici, metro, gessetto, spilli e filo da imbastire


Procedimento.
Se la stoffa è riciclata, o se l'avete comprata a peso ed era nel cestone incasinato, forse ha bisogno di una stiratina, e questa è sempre la prima cosa da fare.
La seconda cosa è prendere le misure e tracciare i segni sulla stoffa: se non avete un tavolo grande (ad esempio quello della sala da pranzo), mettetevi pure sul pavimento, ma state attente alle fughe delle mattonelle quando tracciate le linee.

Misurate la larghezza del vostro vano finestra (se farete una tenda staccata dal vetro) o della vostra finestra (se la tenda sarà a vetro); segnate sulla stoffa una linea tratteggiata a 2cm dal bordo + la larghezza della tenda + altri 2 cm per il bordo opposto; e qui taglierete la stoffa.
Misurate anche la lunghezza che dovrà avere la vostra tenda, e segnate sulla stoffa: lungo il bordo superiore 2 cm di orlo + 5 cm di passante* + la lunghezza della tenda + altri 2 cm di orlo, e qui taglierete la stoffa. Tracciate tutte le linee corrispondi e avrete così un rettangolo con bordi.

*Il bordo superiore così come l'ho fatto io (2 + 5 cm) prevede un passante unico per il bastone.






Piegate il bordo inferiore (con certe stoffe basta premere col dito e rimane la piega), facendolo combaciare con la linea tracciata: verrà una piega di circa 1 cm.


Piegate la piega su sé stessa, ancora di 1 cm: avrete sfruttato così i 2 cm di bordo lasciati.


Fissate la piega con gli spilli e proseguite lungo i lati della tenda.




Lungo il bordo superiore della tenda, fate la piega dei 2 cm come ai lati, e passate una cucitura col filo da imbastire lungo il segno tracciato ai 5 cm.


Piegate la stoffa, facendo combaciare il bordo (fissato con gli spilli) con l'imbastitura appena fatta: questo sarà il passante per il bastone. Potete togliere gli spilli man mano che imbastite il passante, facendoli spuntare da sotto la piega prima di cucirla, come nella foto sotto.



Ripassate tutte queste cuciture a macchina, o a mano con un filo in tinta: la tenda è pronta.

Materiali per decorare la tenda.
Acqua e colla, con pennello
Carta e matita, con forbici

Se volete abbellire la tenda come ho fatto io, potete applicare un ricamo. Io ho scelto i miei soliti fiorellini, li ho disegnati su un foglio di carta, ritagliati e usati come sagome da riportare su stoffa. Ne ho preparati tre, separando petalo, gambo e tondo centrale.


Sul rettangolo di stoffa col disegno ho steso un po' di acqua mista a colla vinilica, e lasciato asciugare: serve per evitare che la stoffa sfilacci se la si taglia senza cucire un orlo, ma come vedete un pochino la irrigidisce e la stoffa sta in piedi da sola.


Ho ritagliato le parti dei miei fiori lungo il segno a matita, senza lasciare margini di cucitura (bordi).


Ho assemblato i fiori sulla stoffa, attaccandoli prima con gli spilli, poi con il filo da imbastire.


Poi ho cucito i tre fiorellini alla tenda a mano, con fili colorati, un po' a casaccio se vogliamo.




Purtroppo ho consgenato la tenda prima di fotografarla intera. Aspetto ancora la foto ufficiale, nel bagno in cui è esposta, ma nel frattempo vi lascio questa foto che mostra una tenda semplice, con passante unico per il bastone, solo molto più grande della tendina per il bagno: il concetto e il procedimento, però, non cambiano.


14 commenti:

  1. All'inizio pensavo che fosse una tenda per la doccia, di quelle con il telo di plastica, e ho immaginato che ti fossi lanciata in un'impresa un po' bizzarra :-D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcosa di bizzarro con una vecchia tenda per la doccia l'ho fatta, ma non ha funzionato :|

      Elimina
  2. Fatte da te le cose sembrano semplicissime, carinissimi i fiori, peccato non ci sia la foto :'(

    RispondiElimina
  3. Molto carina! (Anche se non c'è la foto completa).

    Ho bisogno del tuo aiuto, hai qualche idea per riciclare una trapunta matrimoniale? Ha qualche anno, ho comprato un piumino nuovo ma non la voglio buttare via.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una trapunta è una cosa imbottita come un piumino? Potresti farci i cuscini per le sedie: tagliata in quadrati, anche unendone due asssieme se non è abbastanza morbida. Il lettino per il gatto. Una borsa mare che si trasforma in coperta da picnic. O la chiudi da un lato e diventa un sacco a pelo singolo ;)
      Se invece è in buone condizioni, rivendila così com'è :D

      Elimina
    2. I cuscini per le sedie! Tu sei un genio lo sai?
      (Anche la borsa che diventa coperta non è male ).
      Grazie

      Elimina
    3. Genio no, direi semmai che ho pluriennale esperienza in riciclo casalingo ;)

      Elimina
  4. Un tutorial molto chiaro ed esauriente. Bello anche quel tocco un po' casual dei fiorellini applicati.

    Già che la Pasqua è in arrivo ti lascio i miei migliori auguri di una serena e lieta Pasqua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Krilù, i fiorellini ingentiliscono una semplice tenda rossa per il bagno ihih.

      Elimina
  5. Concordo, belli quei fiorellini. Un impegno non da poco preparare il tutto, ma il risultato finale dev'essere eccellente.

    RispondiElimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...