venerdì 13 maggio 2016

Il giardino e l'orto dello Spirito.

Quest'anno, già a marzo, ho iniziato l'avventura del giardino, fallita molte volte negli anni, in altri giardini (una cronaca è qui). Io miravo alle aromatiche, ma tra san Valentino e festa della donna, purtroppo, ho ricevuto qualche fiore. Dopo aver scoperto che alcuni di questi sono le primule, ho cercato informazioni: le primule sono fiori di bosco che amano la penombra e il fresco, bene: le ho trapiantate sotto la palma.





Visto che non sono morte ne ho ricevuto altre tre da salvare, un po' in extremis.




Il garofano invece l'ho scelto io, perché mi ricorda l'infanzia, assieme ai gerani che non ho ancora.


Io miro sempre alle aromatiche, perché non solo sono utili, ma mi sembrano anche più resistenti. Però le ho comprate senza badare al grado di resistenza, o alla posizione soleggiata o meno in cui dovrebbero stare. Il basilico l'ho trapiantato in due vasetti da tenere sulla finestra (la sera ancora li tiro dentro) e in due punti del giardino: da una parte è morto, dall'altra sopravvive giallognolo e minuscolo, mentre i fratellini crescono sani e forti e gustosi.

18 marzo 2016
6 maggio 2016


La salvia, il timo e la melissa invece le ho travasate prima in un grande vaso, tutte assieme, perché avevo letto che in inverno vanno messe al chiuso, ma in breve tempo sono cresciute così tanto che ho deciso di trapiantarle nella terra, a loro rischio e pericolo.




Come sempre, dalle aromatiche ai pomodori il passo è breve, almeno nei miei sogni. Ma quest'anno sono stata favorita da alcune patate germogliate nel cestino, nonostante fossero al buio, e così ho cercato informazioni sui germogli, anche perché avevano uno strano sapore, e ho scoperto che si possono piantare.
Si tagliano pezzetti regolari, ognuno con uno o due germogli, e si prepara il terreno (io ho aggiunto terriccio universale già concimato):


Si mettono i pezzi di patata a circa cinque centimetri di profondità e si copre con il terriccio. Nel video che ho trovato (qui) non erano molto distanziate e così anche io le ho messe abbastanza vicine, al massimo verranno fuori minuscole... ma prima devono appassire le foglie (ci vorranno cinque o sei mesi).


Visto che c'ero ho piantato anche l'aglio (vi dico già che non ha funzionato)...


...e tre cipolle germogliate...


...di cui una intera (come ho visto in questo video) e due tagliate, a radicare:




Era il nove aprile.




Il 21 aprile le patate erano già cresciute, e grazie alle abbondanti piogge...


...il 4 maggio sembravano già un boschetto!


Ad aprile ho fotografato anche il nostro limone, che ci è stato regalato l'anno scorso e questi limoni sono nati l'estate scorsa. Di questo passo non so quando potremo mangiarli.





Nel bel mezzo delle pulizie di primavera ho ritrovato dei noccioli di albicocca sputati e conservati nel luglio scorso (a conferma che la mia fissa torna a intervalli regolari) e ho fatto un tentativo anche con loro; i semi sono senz'altro più lenti e questi forse sono vecchi, ma tentar non nuoce: ho letto varie scuole di pensiero sull'opportunità o meno di rompere il guscio del seme e piantare solo la mandorla, ma visto che ne avevo sei ho provato entrambi, sia all'aperto che in vaso, sfruttando il video sui semi (qui) e quello sui vasi di carta di giornale (qui), visti sul canale youtube Dall'orto ai fornelli, come gli altri video di questo post. Vedremo cosa verrà fuori e quando.






Infine il tentativo 2016 di coltivare lo zenzero (qui quello del 2015) e lo stato di salute rigoglioso di Matilde (potus), Bianchina (spatifillo) e Rosina (calancoa):



16 commenti:

  1. Complimenti per gli esperimenti.La mia esperienza in fatto di piante è molto terra-terra( per rimanere in tema)non ho il pollice verde, ma imparo dagli errori. Le primule si seccheranno e spariranno, ma ricompaiono ogni primavera sono perenni.I garofanini vivono di poco.Il basilico è stagionale e va piantato tutti gli anni, si possono congelare le foglie dopo la fioritura.Le aromatiche le ho piantate in piena terra da sempre, le taglio dopo la fioritura e loro tutte le primavere rinascono. Unica pianta che non riesco a far crescere è il timo,muore :( Le patate saranno pronte ad agosto,attenta ai maggiolini che mangiano le foglie: vanno tolti a mano.Il limone è un agrume e i frutti ci sono in inverno.In questo periodo ci sono già i fiori.
    Se i frutti non maturano è meglio toglierli e potare un po', non tantissimo.Se i tuoi limoni non sono buoni puoi sempre usarli per le pulizie,sgrassano. Sicura che non siano verdelli? Non saranno mai gialli.
    Ogni tanto dai notizie dei progressi orticoli.Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Voglio essere non esperta come te!
      Allora per le primule tengo il posto. I garofani sono salvi ;) Il basilico... grazie per l'avvertimento, ci sarei rimasta troppo male a vederlo morire, per non parlare del senso di colpa: congelerò volentieri. Ti farò sapere cosa succede al mio timo. Tengo d'occhio i maggiolini, e dei limoni... verdelli? Mah, uno è giallo, ma magari provo a toglierli e potare un po'...
      Aggiornerò sui progressi. Ciao Laura grazie :)

      Elimina
    2. ...scusa ...sono stata prolissa e logorroica.
      Aria di primavera!Si rinnova il blog: molto bello e luminoso.

      Elimina
    3. Macché scusa, io prendo nota!
      Sì sono alle prese con le pulizie di primavera e ho voluto eliminare un po' di fronzoli anche al blog.

      Elimina
  2. Io avevo piantato una cipolla, mi ha fatto un fiore bellissimo e per un po' ho avuto l'impressione che mi tenesse lontana gli insetti (può essere?).

    ps hai cambiato qualcosa nel blog ma non so cosa...comunque mi piace

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un fiore? Sarebbe bello se mi crescesse almeno quello dalla cipolla. Degli insetti non so, ho scoperto che il crisantemo li tiene lontani :p
      ps. dopo milioni di personalizzazioni al modello precedente, ho cambiato modello (e colore) e sono finalmente soddisfatta, mi fa piacere che ti piaccia ;)

      Elimina
  3. Mi ha divertito il resoconto delle tue esperienze orticole.
    Non demordere, se qualcosa ti andrà male la prossima volta andrà meglio, perché imparare dagli insuccessi è il segreto per ottenere buoni risultati.
    Tienici aggiornati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tengo duro Krilù, temo soprattutto per le patate, perché se venissero buone sarebbe un grande successo, sennò... che delusione!
      Tengo nota di ciò che faccio, per potermi correggere in caso di insuccesso e... vi terrò aggiornati :)

      Elimina
  4. Che bello il tuo piccolo orto, e i tuoi fiori. Piacerebbe tanto anche a me avere lo spazio e la capacità per coltivare erbe aromatiche. Per ora mi accontento di "rubare" ciò che cresce nei vasi di mia madre, almeno una in famiglia ha il pollice verde. Un bacione e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ihih io ogni tanto "rubo" il rosmarino, lo faccio seccare appeso all'aria e poi lo conservo in un vasetto, per non uscire in missione troppo spesso, sennò dò nell'occhio ;)
      Buona domenica (se non piove) :)

      Elimina
  5. Bello vedere crescere le piantine assieme a te. E poi, quest'anno, fino ad ora, non c'è tanto bisogno di innaffiare, visto che piove ogni giorno ...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, una preoccupazione in meno per il giardino, uno in più per altre cose da fare all'aperto per le quali servirebbe il sole... Intanto guardiamo crescere le nostre piantine :)

      Elimina
  6. Che brava! Qui finora ha fatto talmente freddo, salvo tregua di una settimana scarsa, che non ho combinato proprio nulla nel mio balcone-orticello (ci sarebbe anche un giardino, ma andrebbe prima de-forestato...). Non ho nemmeno piantato il basilico :( Tra l'altro ho un pezzo di zenzero e uno di curcuma che han fatto il germoglio... quelli li pianto subito, grazie per l'idea! Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io il basilico l'ho "salvato" giusto in tempo, perché inizialmente non lo tiravo dentro la sera e ha rischiato di assiderarsi poveretto. Corri a piantare curcuma e zenzero, loro devono stare dentro casa al calduccio, se fuori fa freddo chi se ne frega ;)
      Ciao Sara!

      Elimina
  7. Ciao Elle, non potevo non ricambiare la visita! Ed ho fatto bene perché ho trovato un blog davvero bello. Mi piace molto come hai suddiviso le varie rubriche ed in più vedo diversi testi in tedesco! Davvero complimenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Irene, benevenuta nella Casa dello Spirito (che sono io). Cerco di tenere la casa in ordine, e almeno nell'aspetto virtuale dovrebbe essere semplice. Grazie :)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...