venerdì 10 giugno 2016

Polpettine di pesce e altre golose improvvisazioni.

In questi ultimi mesi, più o meno da quando è iniziata la primavera, giornate di sole ne abbiamo avute ben poche, almeno in palude. Ma quando ci sono state ne abbiamo approfittato. Da soli o in compagnia, io e Alli abbiamo fatto gite in bici, passeggiate e pranzi all'aperto.
In una di queste occasioni non eravamo soli e, se al pranzo al sacco avevo pensato io, preparando la mia solita, golosissima, >Insalata di riso*, per cena siamo stati invitati a casa dei nostri compagni di gita. Salvo poi scoprire che anche la cena la dovevo preparare io, perché “la cuoca adesso sei tu”.

Da sinistra: riso, polpette, melanzane, sformato, b. rosse e olio aromatico.


La motivazione più sottile era che in casa c'erano quasi solo avanzi, anche se questo è venuto fuori solo mentre cenavamo, infatti mi è stato detto “solo tu riesci a preparare una cena con gli avanzi”. Non ho fatto tutto io, in realtà, io ho solo recuperato il pesce e le patate per preparare le polpette di pesce e lo sformato di patate, da accompagnare al resto.

Ingredienti.
Polpa di uno o due pesci cotti (al cartoccio) il giorno prima
cicoria bollita due giorni prima, o altra verdura cotta
olio, sale e molto aglio (se vi piace)
un uovo sbattuto
mezza patata bollita
formaggio grattugiato
pane grattugiato

Procedimento.
Sminuzzate la polpa di pesce e le verdure, schiacciate la patata, tritate l'aglio, sbattete l'uovo, grattugiate il pane duro e il formaggio e mescolate tutto finché il composto si aggiusta. Soprattutto il pane io l'ho aggiunto per rendere impolpettabile il composto. Man mano che creavo le polpette le arrotolavo in altro pane grattugiato, su un piatto, per poi disporle sulla teglia rivestita di carta forno spennellata di olio. Anche sulle polpette ho messo un filo d'olio, poi le ho infornate a 200° per venti-trenta minuti (dipende dal forno, comunque è tutto già cotto).


Assieme alle polpette ho preparato uno sformato con patate (già bollite), uovo, formaggio, olio e sale, decorate con wurst (questo dettaglio non è un'idea mia). Come contorno avevamo rapa o barbabietola rossa (non so se sono la stessa cosa) e melanzane grigliate (avanzo freddo), come condimento un'emulsione di olio, aceto balsamico, sale e prezzemolo più l'immancabile aglio (nemmeno questa ciliegina è un'idea mia). I soliti allarmisti hanno voluto aggiungere una vagonata di riso al curry, temendo di soffrire la fame, ma non l'ha mangiato nessuno.


*Con la ricetta delle polpettine di pesce, ingrediente di per sé estivo, soprattutto se abbinato al sole caldo del giorno in cui abbiamo mangiato le polpette, partecipo alla raccolta di Petrusina che si chiama, appunto, Aspettando l'estate.


Ps. La tanto odiata estate sta diventando quasi un desiderio: dov'è quel caldo di cui mi lamentavo sempre? Lo voglio!!

28 commenti:

  1. Una bella idea per far mangiare il pesce a tutti!!! Complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, le polpette lo mimetizzano bene :)
      Grazie Mila.

      Elimina
  2. Mi piacciono le polpette di pesce. Le faccio anch'io.
    Buona serata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per me è stata la prima volta, e non me ne sono pentita.
      Grazie Laura, buon fine settimana.

      Elimina
  3. Vedo che con gli avanzi sei riuscita a preparare una bella cenetta, bravissima!
    Baci e buona notte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Da leccarsi i baffi, sì sì.
      Buon fine settimana Maria Pia!

      Elimina
  4. Caldo o non caldo, riusciamo sempre a mangiare alla grande ... però, se il caldo si stabilizza sarebbe meglio :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, almeno potremmo decidere in anticipo se preparare un'insalatona gigante o una bella zuppa calda :)

      Elimina
  5. Vedo che ti è riuscito tutto molto bene, ottime le polpettine pesce-verdura, bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabry, sì è stato un successo :D

      Elimina
  6. Saper riciclare gli avanzi di cucina ottenendo gustose pietanze è una grande arte e tu ti dimostri proprio una maestra.
    Ma si rende conto Ally della fortuna che gli è capitata ad incontrare te?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so se Alli si rende conto di dove è capitato, ma almeno mangia sempre di gusto ;)
      Da anni ormai riciclo gli avanzi (e anche i miei stessi intrugli venuti male), cara Krilù, mi viene molto meglio che seguire una ricetta con ingredienti appositamente acquistati.

      Elimina
  7. Le polpette di pesce impolpettabili le voglio anch'io!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora ti servono il pangrattato e mezza patata bollita!

      Elimina
  8. Ciao Elle ti faccio tantissimi complimenti per queste buonissime polpette di pesce: un'idea eccezionale sia per farlo consumare a chi non lo ama e sia per riciclare il pesce avanzato in modo sfizioso e gustosissimo:))
    sicuramente , qualora dovesse avanzarmi del pesce ,
    proverò a realizzare queste polpette di sicuro successo: piaceranno sicuramente a tutti, bravissima, complimenti:))
    un bacione e buon fine settimana:))
    Rosy
    ps: ottima anche la tua versione di insalata di riso, anch'io, come te, non utilizzo i condimenti in barattolo già pronti e aggiungo il pomodoro:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, con le ricette semplici non si sbaglia mai, e poi riciclare gli avanzi è così bello...
      Un abbraccio.
      ps. ho provato la fregola nel minestrone (senza caricofi naturalmente) ed è veramente buona!

      Elimina
    2. grazie per la fiducia, mi fa piacere che abbia gradito:) alla prossima stagione prova con i carciofi;)
      un abbraccio anche a te:))

      Elimina
  9. Qui (Torino) l'estate sta iniziando timidamente a farsi vedere, con i suoi temporali quotidiani tipici di giugno, e le temperature che iniziano a salire. Sto iniziando a fare colazione sul balcone, e non vedevo davvero l'ora!

    Per l'insalata di riso ci sono tante scuole di pensiero. Per mia mamma non è insalata di riso se non c'è almeno una quintalata di ingredienti, tra cui le uova sode ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Adesso che tu li chiami "temporali quotidiani tipici di giugno" comincio a capirci qualcosa, grazie.
      Tua mamma ha ragione, altrimenti sarebbe un piatto di riso condito, non un'insalata ahaha :D

      Elimina
  10. Ciao Elle! Sono molto interessanti queste polpettine! Le devo provare! buona serata, a presto
    Sy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provale e vedrai che bontà: qui sono andate a ruba!
      Buon fine settimana.

      Elimina
  11. Il caldo ? Mah...si sarà perso nell'estate di qualcun altro...su un altro pianeta, intendo...scherzi a parte, anche qui a sud il tempo è variabile però io il caldo lo odio davvero e se la temperatura si mantenesse sempre sui 18/20 gradi io sarei felice. Per quanto riguarda il resto, io adoro improvvisare con quel che resta, vengono sempre fuori cosine gustose e inaspettate e le tue polpettine di pesce ( perfette!) ne sono un esempio perfetto ! Ottime davvero :) Buona domenica Elle, a te e Alli !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarà che io il caldo quello vero, odioso, non lo sento da qualche anno ormai, e vorrei provare di nuovo quell'odio ... ;)
      Improvvisare da altrettanta soddisfazione, e poi sono quelle bontà irripetibili percé dovresti avere esattamente gli stessi avanzi!
      Qui oggi siamo sui 18/20 gradi, coperto, ce ne stiamo buoni buoni a leggere. Buona domenica Mary :)

      Elimina
    2. Qui sembrava volesse piovere, nel primo pomeriggio tuonava, ma il tempo ha retto...temperatura perfetta ;)

      Elimina
  12. Vorrei avere la tua creatività in cucina, per inventare sempre qualcosa con avanzi e non.
    Brava Elle

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mariposa, creare è facile: per riuscirci bisogna avere la mente trasversale o qualcosa del genere ahahah ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...