lunedì 1 agosto 2016

Riassunto del mese di luglio.

Luglio è stato un bel mese, mi sono ben ripresa dall'incubo di giugno, che, poverino, non ne ha colpa, ma davvero è stato pieno di tutto, anche di pensieri negativi. Che ora non ricordo più, per fortuna.
A luglio ho riflettuto sul mondo, cioè su ogni singolo libro letto, cioè sulla mia vita, cioè su tutto ciò su cui si può riflettere.
Ho (abbiamo) curato l'orticello, seminando e vedendo spuntare le lattughe, osservando crescere le piantine di melanzane, anche quella che dopo il trapianto sembrava spacciata. Ho travasato le piantine di pomodori, che non cresceranno mai più di così, ma mi piace crederlo, anche quando vedo dei pomodori grossi così negli orticelli dei vicini. Abbiamo mangiato le prime patate del nostro orticello! Niente di che, a dir il vero, ma che emozione dissotterrarle.
Siamo stati al cinema, solo per bei film: Brooklyn, bel film sull'emigrazione, l'adattamento, lo spaesamento del ritorno a casa in vacanza, del sentirsi divisi; Lo chiamavano Jeeg Robot, al quale non avrei dato un centesimo, invece è bellissimo; Fiore del deserto, che volevo vedere, ma mi spaventava, invece è una storia dura ma raccontata anche con scene divertenti: un'altra emigrazione, ma con retroscena più tragico. Su youtube ho visto La fine è il mio inizio.
Ho letto bei libri, oltre a tutte le info, su internet e su riviste, per almeno metà della nostra vacanza. Mi portavo appresso dagli ultimi di giugno Sterben und sterben lassen, thriller austriaco di Georg Haderer (letto in tedesco), bello; son passata a Rimini di Pier Vittorio Tondelli, giallo estivo; ho ripreso d'accapo e concluso 101 storie sulla Sardegna che non ti hanno mai raccontato, che avevo letto saltando da una storia all'altra, e che ho divorato in pochi giorni, mi è piaciuto ed è ben raccontato da Gianmichele Lisai. Ho riletto Viaggio in Sardegna di Michela Murgia, che mi ha lasciato qualche perplessità, ma che nel complesso è un bel libro; Le vie del pepe di Carlotto, una fiaba brevissima e N.P. di Banana Yoshimoto, tradotto da G. Amitrano, che è ancora una storia narrata in prima persona da un personaggio secondario, perché la vera protagonista è un'altra, ma non mi è dispiaciuto: e poi la somiglianza l'ho notata solo verso la fine, quando arriva la lettera. Sto leggendo ora un libro di Terzani, che mi ha spinta a cercare su youtube un film che abbiamo solo in cassetta (ma il videoregistratore è rotto).
Sto cucendo un vestito modificando un camicia da uomo: dalle ascelle in giù ho ricavato la gonna, dalle spalle e dalle maniche lunghe farò il corpetto; in realtà ho dovuto usare anche una seconda camicia, tagliata e cucita nello stesso modo, perché la prima è trasparente, ma volevo a tutti i costi un vestito con quella stoffa.
A luglio abbiamo visto Romeo e Giulietta di Andrea Baracco a teatro, con Antonio Folletto e Lucia Lavia come protagonisti (bravissimi) e gli altrettanto bravissimi Alessandro Preziosi come Mercuzio e Elisa D'Eusanio come balia: belle musiche, bella rappresentazione, belle interpretazioni, bello tutto!
Per il resto ho fatto le solite cose, ma godendomele di più. Il computer è morto del tutto, e non mi preoccupa non avere i soldi per comprarne uno nuovo, sto bene così per ora. Forse dopo le vacanze quelle vere, ricomincerò tutto d'accapo, settembre e ottobre sono stati sempre mesi di nuovi inizi per me, il principio del mio “nuovo anno”.

16 commenti:

  1. Vi invidio un po' il cinema... qui per un motivo o per l'altro non riesco mai ad andarci. Ma domenica prossima mi rifarò con Mary Poppins!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bello Mary Poppins, il mio film preferito, il mio modello di donna praticamente perfetta :D

      Elimina
  2. ... stavo scrivendo: siamo stati poco al cinema, per i miei gusti, ma dopo il commenti di Silvia, come posso? :)
    p.s.
    ad Agosto, se parte l'Estate, ci sono un sacco di cult-movie da vedere al cinema all'aperto ... già, se parte l'Estate ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta a settimana non ti basta? Mannaggia Alli, sei insaziabile!

      Elimina
  3. Un mese pienissimo direi...super pieno ! Il mio luglio è stato strano, ed è passato molto lentamente. Il mio umore ha fatto un po' il pazzo fino a fine giugno ma poi si è assestato. Non so spiegarti, ma qualcosa nella mia testa ha fatto click, e io mi sono lasciata alle spalle un po' di cose, anche e soprattutto aspettative legate a comportamenti altrui. Insomma, mi sento rinata e per quanto durerà questo stato di grazia, ho intenzione di godermelo tutto, fino alla fine. Oggi è il mio ultimo giorno di lavoro. Domani si parte, ho già selezionato i libri da portare in viaggio con me, e per il resto mi auguro di vivere giorni sereni e tranquilli. Allora, cara Elle, buone ferie anche a voi...sono certa che saprai organizzare tutto al meglio. Ci rivediamo presto sempre tra queste pagine : le tue e le mie ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un giugno proprio strano, io mi sono sentita seriamente metereopatica, non mi era mai successo. Goditi le meritatissime ferie!!

      Elimina
  4. Ciao! Belle le vacanze in luglio, uno dei miei sogni impossibili. Leggerti è sempre un gran piacere Elle.
    Di Tondelli ti consiglio tutto, se non hai letto altro oltre Rimini. Sono schiaffi in pieno viso che ti lasciano tramortito. Ma ne vale la pena.
    Poi la sua bibliografia non è vastissima e merita, assolutamente.
    Ecco, se fossi capace di cucire qualcosa anche io, e invece non so fare nulla!
    Un abbraccio grande a te e Alli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene, di Tondelli ho tutto, ma non ho letto nulla oltre a Rimini, quindi sono a posto!

      Elimina
  5. Vedo che la cucina non è stata di certo fra le tue priorità nel mese di luglio, ti capisco, anche a me è mancata un po'la voglia, per fortuna tra una decina di giorni vado in vacanza, spero di rilassarmi e di poter tornare a settembre con più entusiasmo!
    Baci e buona notte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho riproposto all'infinito i grandi successi di giugno, altrimenti che vacanza è? :D

      Elimina
  6. Cara Elle, sono recentemente tornata dalle ferie dopo lunghissima assenza dal blog e dal web:)) le mie vacanze di Luglio sono state all'insegna del relax e del mare..per quanto siamo stati negli stessi posti e proprio
    quest'anno, per un motivo per un altro non ci siamo
    allontanati troppo, contrariamente agli scorsi anni..ma il bello della vacanza è semplicemente staccare la spina, evadere dalla routine di tutti i giorni e tornare ben
    carichi..sono convinta che questo fa sempre bene e a tutti!
    Grazie mille per la segnalazione dei libri che hai letto,
    io ultimamente ho letto, di Elena Ferrante, 'l'amica geniale'e l'ho trovato particolarmente coinvolgente, soprattutto verso la fine..ho letto il primo volume e devo
    proseguire con gli altri due:)
    un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione, staccare la spina è il segreto. Oltre a me, l'ha fatto anche il mio pc, ma lui per sempre, quindi adesso sto su internet molto meno perché da cellulare è scomodissimo!
      Ben tornata :)

      Elimina
  7. Anch'io ho cercato, nelle ore più improbabili, di rimettere a nuovo qualche vecchio vestito. Il mio orto al momento sono 4 piantine, 2 della vecchia vita e 2 della nuova e ti assicuro che per me è una conquista :) Anche il web 2.0 è diventato difficile, l'avrai notato: ci sono poco. Periodi di transizione dove tutto diventa sfumato, letture e quant'altro.
    Sono felice che per te luglio sia stato un bel mese e sono convinta lo sarà anche agosto.
    Tra un po' sarò anch'io senza computer, cercherò in questo intervallo di salutare gli amici e scrivere qualche post :D
    E poi silenzio, anche il cell andrà a singhiozzo :D
    Aspetto l'autunno e prendo a prestito le tue parole di rinascita.
    A presto (non proprio vicino) Elle e gioiose vacanze :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Agosto non so, qui c'è davvero freddo in questi giorni, non vedo l'ora che sia settembre per fuggire al caldo!
      Però rallentare fa bene, dovremmo farlo regolarmente e non aspettare che sia il computer a decidere per noi ;)
      Buona rinascita cara Santa!

      Elimina
  8. Terzani...amo tutti i suoi scritti. Ma Un indovino mi disse e L'ultimo giro di giostra restano i miei preferiti.
    Dai un'occhiata qui, se ti va...
    http://www.naturalentamente.it/libro-libro/
    Buon nuovo mese, che sia denso di belle letture, di ricchi raccolti e piacevoli visioni (sullo schermo e fuori da esso).
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ultimo giro di giostra non l'ho ancora letta, ho messo sul comodino Lettere contro la guerra. Nella Casa nella Palude ci sono tutti i suoi libri, e sono curiosa di leggerli tutti.
      Buone letture e buon raccolto anche a te Vale! :)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...