sabato 10 dicembre 2016

Giorno 10: bevanda calda alle erbe di cucina per guarire dal raffreddore.

Li chiamano mali di stagione e a me stanno antipatici anche solo per il nome. Un nome che sottintende che ce li dobbiamo beccare e a me questo non va. Poi è vero che io quando me lo becco, me lo tengo, perché tanto il raffreddore passa da sé. Però se posso dargli un aiutino ad andar via non mi dispiace.

Bevanda calda alle erbe di cucina


La domanda di oggi è: Lo chiede il controllore.
Il permesso? Il tuo numero di telefono? Cosa gli consigli per il raffreddore? Ma no! Il controllore chiede il biglietto, dai!
Vi ricordate la storia del lauro e dell'alloro? È il regalino che esce oggi dal calendario dell'avvento quizzoso, e non solo perché è buonissimo sia nel sugo che nel minestrone, ma perché è anche ottimo per il raffreddore. Ecco qui la mia ricettina per la tisana (o infuso, devo ancora capire la differenza) che ha fatto passare il raffreddore a me, bevuto al ritmo di tre tazze per volta (tante ce ne stanno nella mia caraffa).

Bevanda calda alle erbe di cucina

Ingredienti
3 foglie di alloro secche (intere o sbriciolate)
1 cucchiaino di timo secco (o un rametto)
1 bel rametto di rosmarino
2 foglie di salvia
1 pezzetto di zenzero fresco (circa 4 rondelle) o 1 cucchiaino di quello in polvere
1 cucchiaino di semi di finocchietto
1 cucchiaino di tè verde sfuso (in alternativa una bustina)
1 spicchio di aglio (fidatevi, che fa bene)
3 tazze d'acqua quasi bollente

Bevanda calda alle erbe di cucina

Mettete tutto in una caraffa o in un pentolino e versateci sopra l'acqua, lasciate in infusione (allora è un infuso!) per alcuni minuti poi filtrate, ad esempio usando un colino direttamente sulla tazza, e bevete il vostro infuso alle erbe di cucina appena potete senza ustionarvi. Di solito quando io riesco a bere è ormai tiepido e non mi piace più, perciò mi sto esercitando a bere quando è ancora molto caldo (per me sempre troppo), anche perché quando ingerisco, il calore che scende giù mi piace e mi fa sentire già meglio.

Bevanda calda alle erbe di cucina

Gli unici casi in cui non bevo una bevanda bollente è quando ho la gola irritata (di solito i primi giorni di malanno), allora bevo qualcosa di fresco per alleviare. Da quest'anno ho introdotto il miele, non come dolcificante, dato che questa bevanda per me ha il sapore giusto così, ma per i suoi benefici in caso di raffreddore e influenza, per la precisione sono indicatissimi il miele di eucalipto al sud e il miele di tiglio al nord: la differenza di latitudine la riporto solo per questioni di km zero, perché ho scoperto che l'amato eucalipto, pianta che sin dall'infanzia conosco come curativa per la tosse accesa, non esiste al nord e che il miele di eucalipto che si trova in giro è senz'altro prodotto in Sicilia o in Sardegna, due regioni in cui esistono vasti eucalipteti (per me addirittura la “pineta” dei picnic è fatta di eucalipti). Il miele di tiglio mi piace ancor di più, come gusto, perché prevale il sapore e profumo dei suoi fiori sulla dolcezza del miele, dolcezza che a me non è mai piaciuta, ma col tiglio e l'eucalipto mi sono ricreduta.

13 commenti:

  1. Aglio e miele ... vivrei di questi.non solo, ovviamente ;)*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti tu sei sanissimo! Un esempio per tutti ;)*

      Elimina
    2. Anche io! Soprattutto d'aglio :D

      Elimina
    3. Allora sei sanissima anche tu! :o)

      Elimina
  2. Questo post è da tenere in bella vista! Ovviamente devo procurare tutti gli ingredienti, alcuni mi mancano. Il raffreddore lo detesto ;)
    Serena domenica carissima e grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho messo tutto quello che avevo a casa, ma ne basterebbe la metà ahaha :D
      Buona domencia anche a te!

      Elimina
  3. Ciao Elle, interessante questo quesito..la differenza tra infuso e tisana, leggendo qua e là a quanto pare si tratta proprio di ingredienti: nella tisana vengono usate più parti di diverse piante (radici, rami, cortecce, fiori, semi ecc), mentre nell’infuso solo foglie e fiori dello stesso vegetale.
    La tua è comunque da provare, a prescindere dal nome!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah, ecco, pensavo fosse la temperatura dell'acqua, fredda o bollente, al momento di metterci l'erba. In ogni caso provala, anche come generica "bevanda calda" è un portento. Anzi, provala anche fredda e vedrai :D

      Elimina
  4. Cara Elle grazie per aver condiviso la ricetta di questo infuso di facile realizzazione (in quanto si tratta di ingredienti che in genere non mancano a casa o che sono comunque di facile reperibilità;).Ottimo rimedio contro i cosiddetti malanni di stagione (si dice che il consumo di agrumi e soprattutto il kiwi rappresenti un trattamento preventivo a causa della vitamina C)ne terrò sicuramente conto e ne farò uso al bisogno..ogni tanto capita anche a me di ammalarmi,ma più che influenza si tratta di colpi d'aria che portano raffreddore e febbre..e il fastidioso mal di gola!
    Per quanto riguarda il miele io adoro quello di zagara:ha un profumo e un sapore speciale ed estremamente gradevole..ho sentito parlare sempre delle proprietà di quello di eucalipto,ma non ne ho mai fatto uso..
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io non ho mai vera influenza, solo raffreddore e il fastidiosissimo mal di gola, contro il quale un po' di miele ho notato che fa bene. La tisana è davvero comoda, non bisogna uscire per andare in farmacia né prendere medicine (ce io odio tanto quanto odio il mal di gola). Non sapevo del kiwi, non si smette mai di imparare: l'anno scorso ho scoperto che la vitamina C è anche nell'ananas, quest'anno la scopro nel kiwi. E il kiwi mi piace :)
      Non so cosa sia questa zagara, un nome mai sentito, imparo due cose! Ora vado a cercarla...
      Baci :)

      Elimina
    2. Trovata la zagara: è il fiore degli agrumi, ma pensa te! Mi sta simpatica, il fiore del mio limone ha un profumo buonissimo :)
      Ciao Rosy!

      Elimina
    3. Si,il kiwi e' ricchissimo di vitamina C,ne contiene il doppio rispetto agli agrumi(non ricordo dove ma l'ho letto da qualche parte;).
      Per quanto riguarda il miele alla zagara il sapore è davvero ottimo e gradevole quanto il profumo dei fiori degli agrumi:).
      Un bacione:))

      Elimina
    4. Benissimo, allora metto in lista tanti kiwi, perché oltretutto sono buoni. E tengo gli occhi aperti sulla zagara. Grazie Rosy, buonanotte!

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...