martedì 13 dicembre 2016

Giorno 13: biglietti di auguri natalizi disegnati a mano.

Come ho già svelato, ma molti di voi lo sapevano già, per tradizione io mando i miei biglietti di auguri per posta: da sempre li disegno o scarabocchio personalmente, attacco il francobollo e spedisco attorno all'otto dicembre, per essere sicura che arrivino in tempo. Molti si limitano a un bigliettino che accompagna il regalo, ma io che da anni sono lontana dalla mia famiglia e dagli amici, non voglio rinunciare agli auguri cartacei. Odio del natale non solo il fatto di ricevere regali comprati a caso tanto per dire che anche a me è stato fatto il regalo, ma anche ricevere gli auguri sul cellulare tramite messaggi standard copiati e incollati, poesiole, barzellette e minchiate simili. Cancellate il mio numero, se non vi ispiro un augurio sincero e personale.

Biglietti di auguri natalizi disegnati a mano


Biglietti di auguri natalizi disegnati a mano

La domanda di oggi del calendario dell'avvento quizzoso è: La usa chi scrive.
La penna, ragazzi, la penna. Ma anche la macchina da scrivere. O la tastiera. Sarà mica il touch pad o il touch screen? Bella domanda. Naturalmente la risposta non ha nulla a che vedere con i miei gusti personali in fatto di auguri.

Biglietti di auguri natalizi disegnati a mano

Biglietti di auguri natalizi disegnati a mano

Ma il regalino sì: ho preparato quattro biglietti disegnati a mano semplici semplici, dentro ho scritto già “buone feste” perché la piccola P. non sa disegnare né fare “le belle scritte” come secondo lei faccio io. Le foto dimostrano che non so più disegnare nemmeno io. Voglio dare la colpa a fratello pinterest che mi mostra ogni giorno quanto sono naif i miei disegn... i miei scarabocchi, ma a mia discolpa voglio chiamare il piacere di disegnare un biglietto di auguri a mano: oltre che rilassante (se non si hanno pretese sul risultato) è anche divertente, si torna un po' bambini. Per il prossimo anno organizzerò alla piccola P. un pomeriggio con merenda e disegno a mano libera, come altre volte abbiamo fatto assieme, per divertirci senza pensare a equitalia.

La piccola P. e la piccola Elle colorano l'album

Ah, sì: la risposta era "tastiera". Altri biglietti natalizi disegnati (male) e fotografati (peggio) da me li trovate cliccando su biglietti natalizi (appunto). Oppure curiosate nella raccolta Natale da vivere 2016 - Biglietti e pacchetti organizzata da Africreativa e Decoriciclo (ci sono anche io).

10 commenti:

  1. Anche io odio gli auguri in serie, ai quali serialmente non rispondo. Belli i tuoi biglietti, anche quelli che dici venuti male :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, il fatto che abbia impiegato un po' del mio tempo a disegnarli li rende apprezzabili. Facile comprare ;)
      Ma è peggio copincollare messaggi di auguri di dubbio gusto!

      Elimina
  2. Sempre odiati gli auguri tutti uguali, i copia-incolla... piuttosto meglio niente... Comunque anch'io adoro preparare i biglietti personalmente, attualmente mi avvalgo dell'aiuto dei 3 folletti ;-).
    I tuoi così semplici sono proprio nel mio stile!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi complico sempre tutto, poi mi ricordo che anche a me piacciono le cose semplici, quindi perché dovrei fare disegni elaborati? Perché???
      Ho anche semplificato la lista dei destinatari eliminando quelli da cui ricevevo auguri copincollati ;)

      Elimina
  3. I tuoi biglietti mi piacciono, il mio preferito è l'ultimo, che mi piace proprio tanto tanto.
    Io devo dire che mi occupo molto di più della realizzazione del dono in sè, che non dei biglietti, anche se riconosco che sono assolutamente un valore aggiunto al regalo.
    Per fortuna c'è Ilaria alla quale delego la realizzazione dei biglietti disegnati da lei... finché asseconderà questa mia richiesta... =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ad alcuni faccio il regalo ad altri solo il biglietto, quindi mi impegno anche in questo.
      Anche mia mamma mi chiedeva di disegnare i biglietti quando ero piccola, è iniziato tutto così, e guarda dove son finita ;)

      Elimina
  4. Cara Elle certo che i messaggi in serie ,tutti uguali da mandare a più destinatari sono quanto di più triste e deprimente si possa immaginare:(((meglio non mandarli direttamente,ma questi sono anche gli effetti negativi di chi non sa usare la tecnologia nel senso che si appoggia a questa in modo esagerato arrivando a cancellare un minimo di iniziativa personale...un minimo di pensiero elaborato con la propria mente e con un minimo di impegno...che tristezza!!
    Bellissimi i tuoi biglietti di auguri,di grande valore anche per l'impegno e per il pensiero originale nei confronti di tutti coloro cui sono stati destinati:)).
    Un bacione:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarda, quando mi è capitato di lamentarmi, la risposta spesso è stata "scusa se non so scrivere bene come te". Mia mamma, le mie zie, a malapena hanno frequentato le elementari, e certamente un tempo gli auguri erano più ripetitivi, perché non si usciva dalle frase "permesse", eppure preferisco un banale "sereno natale e felice anno nuovo" a certi sms a catena. Manca solo "manda gli auguri ad altre cento persone e il tuo nuovo anno sarà il migliore".
      Ah no, non manca, ho ricevuto anche messaggi del genere :(
      Grazie Rosy, quando lavoravo e la sera era tutt'altro che ispirata, provavo comunque a disegnare per rilassarmi, e nonostante lo scarabocchio che ne veniva, erano biglietti comunque apprezzati :)
      Un abbraccio cara!

      Elimina
  5. Molto belli tutti i tuoi biglietti Elle.
    Io non sono molto brava a farli. per i regali fatti a mano non c'è problema ma quando si tratta di biglietti...
    Grazie per averli portati alla nostra raccolta di natale.
    Un abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Maria. Per i biglietti puoi usare la tecnica del messaggio minatorio: ritagli le lettere dai volantini pubblicitari e le incolli a un cartoncino, come ho fatto io qui ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...