giovedì 22 dicembre 2016

Giorno 22: ghirlandina natalizia per il lampadario.

Gli ultimi giorni di natale accelerano sempre, quindi ho pensato a una ghirlanda da appendere al lampadario, che tintinna leggermente e rilassa chi la osserva, grazie al suo ondeggiare lento. Complici di questo regalo saranno l'aria calda che esce dal riscaldamento e sale verso l'alto, e gli inquilini del piano di sopra che calpestano il pavimento ansiosi, alla ricerca dell'ultimo regalo, l'ultimo addobbo, la tovaglia di natale, senza accorgersi di aver perso solo sé stessi.

Ghirlandina natalizia per il lampadario.
Ghirlandina natalizia per il lampadario fatta con fiori di stoffa, vecchi orecchini, fili di lana e stelline adesive.

A tutti quelli che si agitano a natale consiglierei di sedere e riflettere e chiedersi: cosa mi piaceva del natale quando ero bambino? Cos'era per me la magia del natale? La risposta non deve essere il nome di un giocattolo tanto desiderato, ma riguardare l'atmosfera che si creava in casa a natale o, per quelli che hanno avuto un'infanzia difficile, l'atmosfera che credevano ci fosse nelle case degli altri bambini “più fortunati”. Trovata la risposta, tutti quelli che si agitano a natale hanno il permesso di alzarsi e di andare a ricreare quell'atmosfera natalizia tanto sognata da bambini, e se ci riescono sparirà l'agitazione, perché sicuramente non aveva a che fare con liste di regali, acquisti dell'ultimo momento, inviti a cena, invitati a pranzo, menù da far invidia ecc. Se invece per loro il natale non esiste, allora non devono lasciarsi agitare da lui.

Ghirlandina natalizia per il lampadario.

Io ad esempio non guardo mai i miei addobbi, ma sapere che ci sono tutti quei fiori di stoffa rossi attaccati qua e là nella mia cucina mi piace e mi fa sorridere, come di una cosa infantile e sciocca, perché per il resto dell'anno sono una persona seria e composta (o lo sarei se non mi vestissi così). La domanda di oggi del calendario dell'avvento quizzoso, che la piccola P. non vede l'ora di finire ma che vorrebbe anche che durasse per sempre, era: Viene dopo aprile. Qui siamo a livelli di saggezza popolare, come dire “causa-effetto”, o “e se piove prendi l'ombrello” (dalle mie parti sentivo dire anche “e se piove lascialo piovere”, forse da MiaNonna). Quindi consoliamoci: cene di natale coi capi, poi solo coi colleghi, poi con gli amici, poi solo con gli amici del calcetto o del golf, poi coi vicini di casa (questo è LoZio, ma loro hanno creato una sorta di comunità molto forte e festeggiano assieme anche i “compleanni con lo zero”, della serie come vivere una vecchiaia serena) ecc tutto questo viene una volta all'anno e poi svanirà nel nulla, quindi perché agitarsi tanto quando piove? Smetterà.

Valigetta degli addobbi
Alla fine tutto torna... nella valigetta degli addobbi.

La risposta del quiz è maggio, e verrà, ve l'assicuro. A meno che il governo non cambi nomi ai mesi, verrà il 2017 e verrà maggio. Voi a che punto siete con le esercitazioni? Già collaudato il bunker del natale in cui rifugiarvi per uscire solo a befana conclusa? Visto che entriamo nel fine settimana di fuoco, faccio a tutti quelli che odiano il natale e non partecipano alla giostra

tanti auguri di un felice salta-natale!

6 commenti:

  1. Creativa come sempre cara Elle.
    Buon Natale anche a te e un felice anno nuovo, che ti auguro dippiù, dippiù. :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie grazie, caro Arthur, il 2017 sarà un grande anno, lo dice l'oroscopo ahahaha - mi sganascio, scusa. Dicevo buone feste e buon 2017 di gioia pura :)

      Elimina
  2. Cara Elle bellissima davvero la ghirlanda natalizia che hai realizzato:come sempre rimango incantata dalla tua bravura,dalla tua inventiva e dalla tua fantasia,bravissima!!
    Per quanto riguarda l'atmosfera del Natale di quando si era bambini secondo me è un qualcosa di unico che difficilmente si può ripresentare in età adulta...anzi,sono convinta che questa rimane come circoscritta nell'ambito dell'infanzia e non può ripresentarsi semplicemente perché ormai siamo diversi e vediamo il mondo con occhi differenti mentre da bambini tutto e' come ovattato e avvolto in un'atmosfera di sogno e di fiaba... Si può anche arrivare a ricreare quell'atmosfera...magari sforzandoci possiamo avvicinarci..ma secondo me non sarà mai la stessa cosa....
    Un bacione e faccio i miei migliori,più sentiti e sinceri auguri di buon Natale a te e famiglia:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuramente da bambini si beneficia della spensieratezza, della magia, della fantasia che da adulti non si ha. Eppure penso che certe atmosfere ovattate, con un po' d'impegno si possano ricreare, lasciando fuori i problemi sul lavoro, i litigi con la famiglia, gli amici con cui da un po' non ci si trova più come una volta, i soldi che non bastano mai e la vacanza dei sogni che sembra più un incubo di insoddisfazione... non è facile, bisogna sforzarsi un pochino per cercare di non vedere la vita solo entro certi parametri, per cercare di vederla entro una luce di piccolezze che bastano. A natale siamo tutti più buoni, e forse dovremmo cercare di esserlo prima verso noi stessi, proteggendoci per una notte dai burtti pensieri ;)
      Un abbraccio Rosy!

      Elimina
  3. È sempre una gioia leggere che maggio arriverà! Che poi aprile va già bene. Io non è che mi ritirerei in un bunker per i giorni di natale, io ci passerei l'intero inverno, in una sorta di letargo, chiamatemi solo quando si rivedono le gemme sui rami e non ho bisogno di mascherarmi da omino michelin per andare in giro :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa del letargo è stata il tormentone di questi mesi: non sarebbe bello risvegliarsi al canto degli uccelli, col sole che ti bagna la faccia? Noi abbiamo deciso di fare più passeggiate in questi pomeriggi di sole, ma il rischio di spaventarli, gli uccelli, vestendoci da uomo delle nevi, è alto ;)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...