sabato 31 dicembre 2016

Riassunto del mese di dicembre.

Il riassunto di dicembre è sempre facile, perché è un mese abbastanza monotematico, tutto incentrato sulle creazioni natalizie com'è in casa dello spirito. Come ogni anno, io parto piena di entusiasmo già a fine novembre, poi verso il quindici di dicembre inizia l'incubo, parte l'insonnia da mente iperattiva, non ne posso più di vedere in giro creazioni di natale (io che le ho già finite e sto pensando alle vacanze di primavera), e mi pento di quelle ideone geniali che ho iniziato a mettere in pratica e che mi riempiono le giornate fino all'inverosimile: come è successo quest'anno con l'idea di scrivere un post al giorno dall'1 al 24 dicembre. O pensavate che fossi stata così furba da preparare i 24 post nel trimestre precedente?

Biglietto natalizio personalizzato.

Tutti questi post, se qualcuno di voi se li fosse persi, sono presto serviti: ho aggiornato il post del calendario dell'avvento (che mi aveva ispirato la magnifica idea del calendario dell'avvento online) aggiungendo i collegamenti ai singoli post, giorno per giorno, basta cliccare e scorrere fino a fine post su ->Calendario dell'avvento piccolo o gigante. Molte mie creazioni natalizie sono anche nelle raccolte di Natale da vivere di Decoriciclo e Africreativa.

Mailand di N. Pezzoli e biglietto natalizio personalizzato.

Leggiamo di più 2016.
A dicembre ho letto Angeli a pezzi di Dan Fante, tradotto da M. Giovannini e M. Sellers; il bellissimo Yo no soy gringo di Emilio Rigatti; Carta Bianca di Carlo Lucarelli; e ho quasi finito Jeder stirbt für sich allein di Hans Fallada. Ho scelto la foto per Leggiamo di più 2017 e ho pure preparato la nuova pagina, in cui aggiornerò di volta in volta la lista dei libri letti (qui quella del 2016). Nell'agenda-diario, invece, ho deciso che non ci saranno più i libri letti, o meglio, ci saranno man mano, se faranno parte delle cose che voglio fare o che ho fatto, certo, come è stato da settembre a dicembre, ma per tenere nota delle frasi preferite, dei commenti, o anche solo dei titoli, mi sembra più ordinato e anche carino il quadernetto che avevo prima, perciò ho già preparato un'agenda che svolgerà la mansione di Quaderno dei libri letti nel 2017 (quella che si intravvede nella foto sotto).

Leggiamo di più 2017 di Elle lo Spirito

I film del mio 2016.
A dicembre ho anche iniziato (ma dovrei dire “proseguito”) a riordinare il mio blog, e ho trovato vecchie pagine con liste di film visti, pagine che aggiornavo man mano come quella dei libri, ma l'ultima risaliva al 2013. Negli ultimi anni ho compilato una lista finale di film visti (questa e questa), con tanto di parere personale e locandina, che quest'anno, se ci sarà, arriverà... l'anno prossimo, perché non l'ho ancora preparata, sono ancora in ferie, ho i titoli divisi su tre diversi quaderni (quaderno dei libri e dei film da gennaio ad agosto, agenda-diario di settembre, nuova agenda-diario da ottobre a dicembre) e varie altre scuse, compresa quella che “io sono lenta”. I film continuerò a metterli nell'agenda-diario (non in un quaderno apposito), perché ci incollo anche i biglietti del cinema e le locandine dei film, quindi sono belli da vedere nell'agenda colorata, ma potrei dedicare una lista apposita anche sul blog, ci sto
Jeder stirbt für sich allein di Hans Fallada.

Jeder stirbt für sich allein di Hans Fallada.
pensando.Venendo ai film, a dicembre abbiamo visto al cinema Saint Amour di B. Delépine e G. Kervern, carino, ma ci ho messo un po' a capire che era più comico che serio; Captain Fantastic di Matt Ross, bellissimo e interessante per le riflessioni che stuzzica; Lettere da Berlino di V. Perez, che mi ha convinto davvero poco, troppo buonista e romantico per essere stato tratto da un libro che mi era stato descritto come crudo: pertanto mi sono decisa a leggere il libro, che avevo già, e confermo che il libro ha personaggi molto più fastidiosi. Aquarius di K. Mendonca, lentissimo film brasiliano, senza un vero finale, più incentrato sulla vita della protagonista che sul palazzo da abbattere (l'Aquarius del titolo), ma rilassante, proprio per questa sua lentezza; Sully di Clint Eastwood, bello; Miss Peregrine – La casa dei ragazzi speciali (titolo del cavolo, perché Miss Peregrine non è una casa, ma la direttrice della Casa) di Tim Burton, niente di che; infine volevamo vedere il Grande Gigante Gentile di S. Spielberg in 3D, perché quest'anno abbiamo scoperto Roadl Dahl e ci siamo affezionati: il film è tratto da un suo libro (è l'autore della Fabbrica di cioccolato), ma non ci siamo riusciti per colpa del traffico! Fortunatamente passando davanti a un altro cinema per caso abbiamo intravvisto la locandina di Paterson di Jim Jarmusch, regista per me sconosciuto, ma avevo letto del film proprio quel giorno, e l'avevo segnato tra quelli da vedere, e guarda guarda: era proprio in programmazione in quel cinemino sconosciuto, adocchiato mentre cercavamo parcheggio! Il programma andato in mona ha avuto quindi un risvolto piacevole, perché questo Paterson è bellissimo.

Al cinema abbiamo visto anche Lo Schiaccianoci, il balletto del Bolshoi.
Bullet Journal: film visti al cinema.In tv c'è stata la valanga di film natalizi, noi abbiamo visto Pomodori verdi fritti alla fermata del treno di Jon Avnet, di cui vorrei leggere il libro che a quanto pare è diverso (il film è il solito buonista), Venere in pelliccia di R. Polanski che avevo già visto a Berlino ma che in italiano non mi ha entusiasmato più di tanto, mi è sembrato ripetitivo, interessante solo se immaginavo lei come un diavoletto vendicatore, ma non so chi e cosa volesse vendicare. A qualcuno piace caldo di Billy Wilder e Una poltrona per due, film natalizi per Alli, buoni per dormire sul divano per me; Cabaret di Bob Fosse, in tedesco mi era sembrato bello, in italiano così così, noioso; La missione (The mission, tradotto da me) di R. Joffè e Miracolo a Le Havre di Aki Karismäki, questo bello bello; infine Le meraviglie di Alice Rohrwacher, che avevo adocchiato già a Berlino, e che finalmente ho visto in tv, e che pensandoci bene mi è piaciuto.


Paterson di Jim Jarmusch visto al cinema.

Varie ed eventuali.
A dicembre sono stata intervistata da Clelia Tarantino, del blog Un'idea tira l'altra: sono stata la sua cinquantesima Intervista col creativo, e le sue interviste vengono sempre pubblicate anche su latinacorriere.it, quindi anche la mia. Clelia era curiosa di visitare meglio le stanze della mia casa e mi ha fatto davvero delle belle domande.
Quanto alle stanze sono in fase di ristrutturazione, me ne occuperò per tutto gennaio, si tratta del primo buon proposito per l'anno nuovo: finire di riordinare il blog con tutte le sue stanze sempre aggiornate (è 'na parola) e completo anche dei vecchi post. Non so se finirò tutto a gennaio, ma mi ci dedicherò a tempo pieno.
Anche la casa reale, quella nella palude, è in fase di ristrutturazione, perché ho trovato qui un'introduzione al libro Il magico potere del riordino di Marie Kondo tradotto da Francesca di Berardino, e mi sembra che offra spunti interessanti anche per chi, come me, non accumula, ma incasina.

Porta tovagliolo natalizio, risotto e partita.

Inoltre Amanda mi ha fatto questo regalo di natale:

the case of eternal conflict di Michael Vincet Manalo
The case of eternal conflict di Michael Vincet Manalo.

Al momento non mi viene in mente altro. Tornerò a tediarvi coi miei post a febbraio, forse prima forse no, intanto potete curiosare dentro la Casa dello Spirito attraverso Instagram, anche se non siete iscritti, perché il mio profilo è pubblico, basta cliccare su @ellelospirito. Oppure inventatevi formule magiche contenenti il numero tre da recitare per farmi apparire quando sentite la mia mancanza. Magari funzionano.

Best 9 2016 di @ellelospirito su instagram.
Son dentro da pochi mesi e piaccio praticamente solo per i miei tentativi di cucinare.

Vi auguro un buon 2017 ricco di storie appassionanti, da film, da leggere e da vivere, incollate fra loro da tanta serenità e condite con un pizzico di sorprese positive.

Elle, il vostro Spirito bene augurante

29 commenti:

  1. Splendida idea il "leggiamo di più" (e non lo dico per aver visto apparire la copertina di "Mailand"... :D).
    Anche se io, in generale, come titolare di un sito "anti coprofagia letteraria", lo sostituirei col "leggiamo di meglio".
    C'è gente che legge (e poi consiglia) quindici libri al mese, e ce ne fosse uno che merita...
    Meglio UNO come "Angeli a pezzi" che dieci pezzi di... ehm... che dieci pezzi da classifica italiota.
    Un abbraccione.
    Ciao!! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un Mailand autografato dall'autore, per di più, un regalone così...!
      Io invece, in quanto lettrice a cui piace perdersi nei libri e immedesimarsi, nel senso che nei libri ci vedo prima questo, poi l'insegnamento e la riflessione, approvvo genericamente qualsiasi lettura: leggere è bello per ciò che ti fa provare quando leggi, e se certe sensazioni le danno i libri brutti, io non discrimino: è come col piacere sessuale, c'è chi lo prova con la frusta, chi con la cacca, chi solo al pensiero ;)
      Dei quindici consigli al mese del tipo che citi tu (perché anche io ho i miei gusti e certi libri non li voglio nemmeno annusare) non ne leggo neanche uno, perché so che non mi piacciono; dubito che fra tutti quelli che dicono "grazie per il consiglio prezioso" ci sia il cento per cento di sincerità o anche solo di intenzione di seguire il consiglio, ma li lascio fare. Angeli a pezzi ad esempio non è il primo nella mia classifica di quelli letti a dicembre, sono più per libri come Yo no soy gringo o Ognuno muore solo sia per stile che per storia, perché i miei gusti di lettrice sono questi.
      A parte questo Leggiamo di più è un'iniziativa personale quindi non vale come consiglio di lettura, ho letto libri bruttissimi che non consiglierei a nessuno, ma li ho letti e sono in lista ;)
      Basta libri, passiamo agli auguri: ti auguro un buon 2017 di soddisfazioni personali, serenità e risate cristalline. Un abbraccio!

      Elimina
  2. Io quest'anno, grazie al tuo incoraaggiamento, ho letto veramente di più: sono arrivato ad oggi a ben 43 libri letti. Un vero successo, visto che negli ultimi anni mi fermavo sotto ai venti. Bene, come diceva Woody Allen, i record sono fatti per essere battuti ... buon 2017 di libri, allora.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai più che raddoppiato, Alli, che emozione! Tu sei la dimostrazione che non sono io "magica" o che ho troppo tempo libero da "sprecare" a leggere, ma che impegnandosi, e se si vuole, si può davvero leggere di più. Bravissimo ;)*

      Elimina
  3. Ciao e BUON ANNOOOOOOOOOOOOOOO!!!
    Mi congratulo con te per aver letto così tanti libri e un pochino mi dispiace che io ho invece smesso per amore dello scrap, ma conto prima o poi di riprendere.... ;-))
    Le tue iniziative sono davvero interessanti e passerò di certo a vedere come si evolveranno!!
    Un grande abbraccio e tanti............
    Kissssssssssssssssssssssss

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti capisco, a me è successo quando avevo deciso di iscrivermi all'università: leggevo solo libri per lo studio, anche romanzi, ma mai per svago! E anche dopo, con tutti i passatempi che ho, lasciavo la lettura per ultima. Ora ho imparato a dedicarmi un po' a tutto, e pensa: cucino pure!
      Buon anno Betta, di creazioni e di buone letture ;)

      Elimina
  4. Ah ah la palude ha inglobato la sarda teutonica:il programma è andato in mona solo una veneta può dirlo ;-)

    Buon anno Elle e sì pomodori verdi fritti è naturalmente più bello sulla carta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo che il libro fosse meglio, è quasi sempre così... Grazie Amanda, buon 2017 anche a te, di letture, scritture e programmi che non vanno in mona ;)
      (alcune espressioni mi piacciono proprio)

      Elimina
  5. Complimenti cara Elle,la tua capacità di organizzazione mi incanta sempre, e le tue segnalazioni sono sempre interessantissime,da tenere sicuramente in considerazione;).
    Un bacione e ancora augurissimi di buon anno:))
    Rosy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosy, obiettivo del 2017 è organizzarmi sempre meglio, così magari ci infilo qualche altro "passatempo" ahahah ;)
      Buon anno carissima!

      Elimina
  6. Fino a febbraio tocca aspettarti?! Allora che dire, goditi questo gennaio, oltre che tutto il resto dell'anno! D'altronde, hai tutta la mia stima per i post quotidiani di dicembre :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dei post di dicembre ho ancora gli incubi, appena mi passano mi organizzo per un febbraio da leoni ;)
      (esagero sempre, da un estremo all'altro)
      A presto!

      Elimina
  7. Sei fantastica!!! Buon anno cara amica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Irene, buon 2017 strepitoso anche a te!

      Elimina
    2. :-) Speriamo...per tutti!
      P.s. sono ripassata a farti un salutino!
      Smack!

      Elimina
    3. Ciao Irene, sì, per tutti, per tutti!
      ^_^

      Elimina
  8. Buon 2017 Elle!
    I tuoi riassunti del mese sono sempre così ricchi che mi viene da pensare "ma io cos'ho fatto questo mese?" Forse dovrei tenere un elenco, almeno dei libri letti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'elenco dei libri letti è utilissimo per sentirsi meglio a fine mese (e a fine anno). Io mi chiedo se dovrei fare una lista dei libri che voglio leggere tra quelli che ho già a casa, perché mi sono accorta che alcuni slittano di continuo: ma è un tipo di lista che non mi convince.
      Lo stesso discorso della lista di libri letti vale per il riassunto del mese: da quando lo faccio finalmente so di fare qualcosa, mentre prima avevo la tua stessa sensazione!

      Elimina
  9. Io comunque tutto questo cinema ve lo invidio (con i libri già ci lavoro, va bene così).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il merito è tutto di Alli, fosse per me non uscirei mai di casa: non esco nemmeno per sbattere la tovaglia dalle briciole, la sbatto sul pavimento :|

      Elimina
  10. A me piace la fotografia, ma Instagram lo conosco poco, tante altre cose a dire il vero. Guardando il tuo profilo è comunque un bel diario fotografico, una sorta di promemoria visivo... Ma tu sei super organizzata e super efficiente, a me sembra di fare tutto poco e male :(
    Dovresti fare un bel tutorial sull'ottimizzazione del tempo. Non peraltro, sei il nostro "spirito di fiducia".
    Buon tutto cara, un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Santa, sull'organizzazione sto riflettendo un bel po' in questi giorni, e visto che può servire anche a te e, chissà, ad altri, farò senz'altro un post sulle mie conclusioni, perché ho rivalutato il multitasking e sto riuscendo ad organizzarmi meglio. Nessuna perla di saggezza universale, naturalmente, ma la mia esperienza può essere utile - altrimenti che "spirito di fiducia" sarei? ;)
      Un abbraccio!

      Elimina
  11. Come te, anch'io non ne posso più delle decorazioni natalizie... mi sono fatta convincere da mio marito per riempire la casa e adesso non riesco a toglierle, sono riuscita con molta fatica a disfare l'albero...ehe... Mi piace questo tuo incoraggiamento a leggere di più, mi ricordo che mi aveva ispirata per i miei obiettivi nel 2017.
    P.S: le tue foto di quello che cucini su instagram mi fanno venire fame ogni volta che entro su questo sito...
    Buona serata,
    Flo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ci sono riuscita perché ho iniziato gennaio rivoluzionando casa, e le decorazioni erano d'intralcio ;) L'obiettivo di leggere di più dello scorso anno è molto comodo, perché non è una gara con altri o con un certo numero di libri: basta un libro in più ed è fatta, ma la verità è che quando si inizia con questa rassicurazione si finisce di leggere più di un libro in più senza accorgersene!
      ps. cerco di non esagerare con le foto di cibo, ma vedo che sono le preferite di molti ;)
      A presto, buona serata anche a te!

      Elimina
  12. Cara Elle, vedo che il tuo gennaio è in pieno fermento di ristrutturazioni tra casa virtuale e reale.
    Grazie per le tue segnalazioni librarie e cinematografiche, che sono sempre interessanti.
    E grazie anche la pubblicità al mio linky... ristrutturazioni permettendo, sei la benvenuta quando vuoi.
    A presto. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Dani. Questo mese salto, perché non ho mai regalato denaro, non ho creazioni pronte. Io a volte lo ricevo in una semplice busta, a volte bianca, a volte colorata, e non mi sono mai dispiaciuta che fosse poco creativa: l'importante è il contenuto ahhahah ;)
      Buona giornata cara!

      Elimina
  13. Aspetto i tuoi saggi suggerimenti... Ben vengano in mezzo al mio caos ;)
    Buon lavoro e un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Saggi magari no, spero almeno pratici :)

      Elimina

Ciao, benvenuti nella Casa dello Spirito. Scrivete pure qua sopra/sotto il vostro commento o le vostre domande: le pubblicherò io più tardi. Se vi iscrivete ai commenti, vi avverto addirittura via mail.
Non preoccupatevi se non avete un account google: basta inserire l'url del vostro sito, o profilo fb, ig, pulcino, o quello che avete e il vostro nome. Anzi, voglio venirvi incontro: potete addirittura mettere solo il nome, se non avete un indirizzo o non vi va di esporvi così tanto. Comunque non preoccupatevi: sono uno spirito buono.
Buona permanenza nella Casa nella Palude
Elle, il vostro spirito di fiducia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...